Torneo Città di Ostuni – Incontro tematico lunedì 12 maggio. Intervista ad Antonio Marzio

Volantino Spazio Conad Mesagne

Calcio e rinnovamento. Nuovi studi e nuove sperimentazioni: figure innovative che emergono per rendere sempre più coinvolgente e appassionante il calcio giovanile. Come ogni anno il torneo “Città di Ostuni” riservato alle formazioni Primavera, giunto alla sua 11^ edizione, diverrà un “laboratorio” dove poter testare e configurare nuove linee guida per il calcio del futuro, soprattutto in riferimento ai settori giovanili. Come da tradizione della kermesse adriatica, l’aspetto prettamente agonistico verrà anticipato da una tavola rotonda chiamata ad analizzare le nuove metodologie per la ricerca dei campioni del domani. “Utilizzo e funzioni dello scouting nel calcio italiano” è il tema prescelto, esattamente, per il briefing che si terrà a palazzo S. Francesco ad Ostuni lunedì 12 maggio e che vedrà la partecipazione di autorevoli personalità del panorama calcistico italiano. A relazionare saranno tra gli altri il presidente della R.O.I. Italia (Rete Osservatori Italiani ) Matteo Sassano, e Danilo Pagni , attuale direttore generale dell’ Arezzo, in passato protagonista in Puglia nella memorabile favola del Gallipoli. Prevista anche la partecipazione di esponenti di spicco dei vertici federali. Il lavoro incessante del presidente del comitato organizzatore della manifestazione, Antonio Marzio, permetterà così, anche quest’anno alla Puglia, ed in particolare alla città di Ostuni, di confermarsi vetrina di notevole interesse per tante giovani future stelle del nostro calcio. Punto di riferimento nel mezzogiorno, come manifestazione di calcio giovanile, la competizione adriatica vedrà ai nastri di partenze squadre titolate del calibro di Juventus e Napoli, e realtà emergenti come Lanciano, Ternana e Pescara. 

Nell’intervista i particolari del torneo

Continua a leggere su OstuniNotizie.it