IMG 0419
IMG 0419

L’Ostuni batte il Galatone e conquista tre punti pesantissimi nella corsa salvezza.

Ostuni: Comes, Parisi, Krespha, Cristofaro, Zizzi, Burdo, Greco, Candita (38’ s.t. Triarico), Schiavone (33’ s.t. Brescia), Masi (4’ s.t. D’Alessio), Vinci. A disp.: Magazino, Galetti, Di Cesaria, Miccoli. All.: Ciraci.

Galatone: Passaseo, De Cioro, Levanto, Bruno (26’ s.t. Filoni), Greco, Previderio, Solidoro (1’ s.t. Selvaggio), Deleo, Diaw, Rollo (23 p.t. Cuppone), Rigali. A disp.: Negro, Vallio, De Michele, Aloisi. All.: Fiumarelli

Arbitro: Insanguine di Barletta.

Marcatori: 22’ p.t., Masi; 35’ p.t., Schiavone e 42’p.t. Diaw.

Note: Espulso al 21’ p.t. Levanto (per fallo da ultimo uomo) e all’42’ s.t. Cuppone per doppia ammonizione.

Si decide tutta nel primo tempo la sfida tra le due squadre che non si risparmiano alla ricerca di punti preziosi. Gara importante soprattutto per i padroni di casa guidati da Antonio Ciraci che stanno tentando di uscire con tutte le forze dalle sabbie mobili della bassa classifica.

Galatone pericoloso al 7’ con un colpo di testa di Solidoro che si spegne di poco a lato. La risposta dell’Ostuni al 9’ un tiro angolato dal limite di Schiavone deviato in angolo da Passadeo.

Al 21’ il momento decisivo della gara. Levanto commette fallo da ultimo uomo su Schiavone e viene espulso. Sulla conseguente punizione dal limite Masi non sbaglia e porta in vantaggio i padroni di casa. Per il Galatone è una doppia mazzata visto che la formazione di Fiumarelli si ritrova in svantaggio e con un uomo in meno dopo soli 22’.

L’Ostuni, ovviamente, ne approfitta ed al 35’ raddoppia con Schiavone bravo a superare Passadeo con un diagonale al termine di una pregevole azione personale.

La risposta del Galatone arriva al 42’ con Diaw che approfitta di un incidente difensivo per depositare la sfera alle spalle di Comes.

Nella ripresa l’Ostuni riesce a controllare i tentativi del Galatone che al 42’ resta anche in nove uomini per la doppia ammonizione rimediata da Cuppone.