Ostuni calcio: il presidente Marzio verso le dimissioni. Il direttivo: ‘O si trovano i soldi per l’iscrizione entro il 14 o si riparte dalla terza Categoria’

Volantino Spazio Conad Mesagne

Se nessuno dovesse farsi avanti per aiutare l’attuale dirigenza ad iscrivere la squadra al campionato di Eccellenza, si dovrà necessariamente ripartire dalla terza categoria”. Mentre il presidente Marzio annuncia le sue dimissioni, il direttivo dell’Asd Ostuni 1945, prima squadra calcistica ostunese, in una nota, prende atto di come tutti gli appelli lanciati in queste ultime settimane per “salvare” il calcio nella città bianca, siano “caduti nel vuoto”.

Il direttivo dell’associazione – si legge nella nota diramata dalla società – ha deliberato quanto segue: si prende atto di tutti gli sforzi che sono stati fatti in questi 2 anni dal presidente, avv. Luca Marzio e dei risultati ottenuti. Si è arrivati, in soli 2 anni, al campionato regionale di Eccellenza e, nonostante l’accorato appello del presidente agli imprenditori ed operatori per una compartecipazione alle spese di gestione dell’associazione con modeste somme, a tutt’oggi poche sono state le adesioni in tal senso.

Abbiamo preso atto anche che nessuno è interessato all’acquisto o gestione del titolo sportivo nonostante si militi nel Campionato regionale di Eccellenza che oggi riveste il quinto campionato più importante italiano. Abbiamo rivolto appello all’attuale sindaco, Gianfranco Coppola perché aiutasse il sodalizio sportivo nella ricerca di sponsor o di altre persone che potrebbero essere interessate a rilevare la società ma – continua la nota della società – nulla è avvenuto, neanche un incontro richiesto espressamente con lo stesso sindaco Coppola. E’ quindi chiaro ed evidente che le sorti dell’Ostuni calcio sono seriamente compromesse visto che l’attuale presidente ha comunicato di non poter più sostenere economicamente la squadra di calcio.

Ragioni familiari, personali e professionali lo inducono a doversi dimettere dando espresso incarico al vice presidente, Marco Calò e al componente del direttivo, Piero Maggi, di trovare le risorse per l’iscrizione al campionato di Eccellenza che dovrà essere perfezionata entro il 14 luglio. La somma necessaria per l’iscrizione è di circa 15.000 euro – conferma il direttivo dell’Ostuni calcio – e quindi la stessa risulta essere compromessa visto che a nessuno interessano le sorti della squadra di calcio e della juniores composta da tutti ragazzi di Ostuni né tantomeno il sindaco, Gianfranco Coppola – si legge nella nota del direttivo – ci ha convocato per trovare una soluzione.

Se nessuno dovesse farsi avanti per aiutare l’attuale dirigenza ad iscrivere la squadra al campionato d’Eccellenza, la decisione è quella di iscriverla ad un campionato inferiore, probabilmente si ripartirà dalla terza categoria. Queste sono le indicazioni della Federazione Italiana Gioco Calcio-comitato regionale Puglia. Tutto ciò con grande dispiacere da parte di chi ha fatto tanto per arrivare a militare nel campionato regionale d’Eccellenza e con gli importanti risultati ottenuti”.

Continua a leggere su OstuniNotizie.it