“Grazie per aver salvato una vita”: questo è quello che ti diremo domenica 4 ottobre, Giornata Nazionale del Dono, se verrai a donare il tuo sangue.

La Giornata Nazionale del Dono, istituita con la Legge 110 del 14/07/2015 vuole essere un segno forte non per istituzionalizzare la generosità spontanea di chi dona in questo caso il proprio sangue, ma per valorizzare e coltivare la solidarietà e noi donatori di sangue la solidarietà ce l’abbiamo nel sangue.
L’istituzione di questa giornata è un riconoscimento importante per tutti coloro che ogni giorno lavorano per il bene comune e che hanno deciso di fare qualcosa per la collettività.
Chi decide di “donare” ha un ruolo fondamentale per la vita e lo sviluppo di tante realtà e questo va giustamente riconosciuto.
Non poteva essere scelto giorno più adatto, visto che il quattro ottobre è anche la festa di San Francesco, patrono d’Italia, già giornata simbolica di pace, fratellanza e dialogo tra culture e religioni differenti.
Le donazioni di sangue permettono di salvare milioni di vite ogni anno, contribuiscono a garantire una qualità di vita migliore a chi soffre di malattie croniche e sono indispensabili per poter effettuare procedure mediche e chirurgiche complesse, senza dimenticarne il ruolo cruciale in caso di disastri di origine naturale o umana.
Nella nostra città, per una popolazione di quasi 32.000 abitanti vi è un fabbisogno di circa 1.200 sacche ogni anno, per non parlare dell’emergenza che si viene a creare nel periodo estivo quando i residenti superano le 100.000 unità.
Con il lavoro della nostra Associazione e l’amore dei nostri soci, si riesce ad assicurare circa l’80% del fabbisogno, ma non basta.
Pertanto domenica 4 ottobre, dalle ore 8,30 fino alle ore 11,30, è stata organizzata, presso l’Ospedale Civile di Ostuni, una raccolta straordinaria in collaborazione con due società sportive locali, la “Cestistica Ostuni” e la “Olympique Ostuni”. Fra tutti coloro che effettueranno la donazione di sangue verranno sorteggiati 20 abbonamenti per il campionato 2015/2016.
Nella stessa giornata, a coronamento della prima Giornata Nazionale del Dono, il presidente del Lions Club Ostuni Host, dott. Angelo Faggiano, consegnerà alla locale Sezione AVIS un contributo che finanzierà l’acquisto di un elettrocardiografo utilizzato per tutti i donatori di sangue durante le raccolte.