FullSizeRender
FullSizeRender

Non riesce nell’impresa la formazione del presidente Tanzarella che nel finale perde 80 – 89.

Alla fine la spunta l’Udas Cerignola che sfrutta al meglio la panchina più lunga e porta casa una vittoria pesantissima. Si gioca davanti al pubblico delle grandi occasioni tornato a riempire le tribune del Nuovo Palasport. La Cestistica comincia bene. Al 3’ Franklin sigla il +5 (11-6), Cerignola risponde, ma Manchisi allunga ancora (16-9 a 6’). Smith non sbaglia un colpo e alla fine del primo quarto sigla 14 dei 25 punti realizzati. Cerignola prova a difendersi a zona, Curiale chiama time-out e la Cestistica chiude sul +7 (25-18).

Più aggressiva Cerignola nella seconda frazione. Gli ospiti ac-corciano lo svantaggio anche se Ostuni riesce a chiudere avan-ti anche al riposo lungo 39-35. La terza frazione sembra quella decisiva. La Cestistica preme sull’acceleratore e raggiunge il massimo vantaggio di +15 (61-46 al 27’). Sembra l’allungo decisivo, ma non sarà così. Nell’ultima frazione la Cestistica può contare su un vantaggio di +11 (64-53), ma non basta a chiudere il match. Smith rima-ne in panchina per 4 falli e la Cestistica si smarrisce.

Al contrario Cerignola comincia a macinare punti. Al 35’ Marchetti infila la tripla del prima vantaggio ospite (70-71). La gara resta equilibrata, ma l’impressione è che l’inerzia dell’incontro sia cambiata. Cerignola non sbaglia più un colpo e la Cestistica è costretta a raccogliere la prima sconfitta stagionale.

Il Video Servizio

Cestistica Ostuni: Smith 26, Mihalich 9, Petraroli n.e., Faraci n.e., Manchisi 9, Franklin 10, Tanzarella, Masciulli 14, Calisi 6, Vorzillo 6. Coach Curiale.

Udas Cerignola: Sims 22, Cooper 15, Ulano n.e., Gambarotta 10, Marchetti 12, Iovanovic 5, Leo 15, Tredici 3, Scarponi 7, Romano. Coach: Marinelli

Arbitri: Porcelli e Paradiso di Santeramo. Parziali: 25-18, 39-35, 64-53.