La Cestistica Ostuni riparte da Donato Avenia. Sarà lui il nuovo presidente del sodalizio gialloblu.

Coach per la prossima stagione Enrico Curiale, con la squadra impegnata nel campionato di serie c Gold. Un ritorno pieno d’emozione per l’ex capitano gialloblu dell’Assi Basket Ostuni fino al 2009, e protagonista della memorabile promozione nel campionato di A Dilettanti. Ora una nuova esperienza per lui ai vertici della Cestistica.

«Si è vero oltre lo sport questa idea nasce anche dal fatto di volermi trasferire definitivamente qui a Ostuni. E poi anche di mantenere in vita la pallacanestro. Ho ricevuto tanto da questa città -racconta Donato Avenia – così ritengo giusto anche per quel che è e sarà possibile ricambiare questo affetto. Al momento abbiamo un’idea di progetto. Per quanto riguarda questa stagione sportiva, il duplice obiettivo è quello di creare un nuovo entusiasmo, cercando di portare quanta più gente al palazzetto.

Per il prossimo anno, poi, l’obiettivo sarà quello di iniziare a fare delle scelte diverse. Voglio pubblicamente ringraziare Domenico Tanzarella per aver reso possibile questo passaggio. Sono molto riconoscente a lui». Così Avenia raccontando quella per lui è anche una scelta non solo legata alla passione per il basket. «Sto cercando di coinvolgere in questa esperienza altra gente, appassionata di basket, per cercare di portare avanti un progetto solido. Gente non di Ostuni ma che vorrebbe investire qui. Voglio però fare una premessa: siamo solo agli inizi ed ho avuto modo semplicemente di dialogare con alcuni possibili sponsor. Al momento -sottolinea Donato Avenia- si tratta solo di contatti che auspichiamo possano evolversi in maniera positiva. Ma sono solo dei contatti».

L’Ostuni debutterà in questa stagione il 14 novembre, grazie alla disponibilità per il rinvio delle due prime partite delle squadre avversarie secondo il calendario. «Devo ringraziare le società di Corato e Molfetta per aver subito accettato le richieste. Insieme a loro anche al comitato regionale. Non c’è stato uno che non sia stato favorevole a questa cosa. E’ stato davvero un bel segnale importante che ricorderò. La nostra sarà una squadra che dovrà lottare su ogni pallone. Sudare la maglia dovrà essere quasi il minimo sindacale. Vogliamo gente che giochi con passione, si diverta e faccia divertire il pubblico. Un roster giovanissimo: il più vecchio è del 2000. Quasi una squadra under 20 che dovrà affrontare un campionato importante come quello di C Gold. Auspico davvero – conclude l’ex capitano ed oggi nuovo presidente della Cestistica- che tutti gli ostunesi possano ritrovare quell’entusiasmo, che ho potuto vivere in prima persona».