Cestistica Ostuni Mimmo Morena
Cestistica Ostuni Mimmo Morena

Monopoli vince al PalaGentile con una tripla di tabella

Se la fortuna è cieca, la sfiga ci vede benissimo. Nella serata in cui la Cestistica Ostuni perde Altavilla per un infortunio alla caviglia (si spera non grave), la Action Now Monopoli espugna il PalaGentile allo scadere con una improbabile e fortunosa tripla di Manchisi, la sesta della sua partita, di cui due segnate al tabellone (compresa l’ultima). Non si pensi però che il successo monopolitano in terra ostunese sia frutto del caso, o della sola buona sorte: a dare una mano ai ragazzi di coach Carolillo sono stati ampiamente i gialloblù, capaci di dilapidare nel secondo tempo un vantaggio di oltre dieci punti maturato nella prima parte del match.

Merito dello stesso Carolillo, che ha imbrigliato l’attacco ostunese con la difesa a zona nel secondo tempo, ma soprattutto demerito dei nostri, che hanno tirato da fuori e dalla lunetta con percentuali troppo brutte per essere vere (4/24 da tre, 5/14 ai tiri liberi), regalando i due punti ad una squadra rimaneggiata (senza Cipulli, Rollo, Damasco e Calabretto), e oggettivamente inferiore al roster gialloblù. Almeno sulla carta, per quello che vale (cioè nulla).

E dire che nel primo tempo, giocato non in maniera scintillante ma comunque positiva, e chiuso con un vantaggio di 8 lunghezze (32-24), la Cestistica aveva mostrato la solita buona verve delle partite casalinghe: con Craft dominante (10 punti nella prima metà, 0 nella seconda, mai servito dai compagni) e Di Salvatore in giornata di grazia, l’unico grattacapo per i padroni di casa li ha creati Manchisi, subito caldo sin dall’inizio (cinque triple e 15 punti nei primi 20 minuti).

Dopo la pausa lunga, con Taveri prima e Altavilla poi sulle tracce dello stesso Manchisi (con buoni risultati), il match avrebbe dovuto spostarsi sui canali giusti, almeno in teoria: perché invece nel terzo quarto Monopoli, trascinata da Giovinazzi e Feruglio, a segno nel pitturato come dai 6,75, è riuscita a rientrare, imbrigliando come già detto l’attacco ostunese con una rognosa zona 3-2. Nell’ultimo quarto, dopo il sorpasso ospite, la riscossa ostunese grazie alle iniziative di Griffin e alla grinta di Altavilla: ma quando i due punti sembravano ormai in cascina (+2 a 5 secondi dalla fine), lo 0/2 dalla lunetta di un fino ad allora infallibile Milone e la già citata tripla della disperazione di Manchisi hanno ribaltato tutto.

Per la Cestistica due sconfitte pesantissime, contro Monopoli come contro Fasano pochi giorni fa, in due gare assolutamente alla portata. E adesso arriva un trittico di partite quasi da “mission impossible”: sabato, la trasferta al PalaDiLeo di Cerignola, contro l’Udas, poi il match interno contro la fortissima Sunshine Vieste, e infine l’altra trasferta di Foggia del 22 novembre. Conquistare almeno due punti su sei sembra difficile, ma nulla è impossibile, per i nostri ragazzi che se in giornata possono mettere in difficoltà chiunque. E poi, prima o poi la sfiga dovrà pur guardare altrove… O no?

Rivedi il Match 

TABELLINO

Cestistica Ostuni – Action Now Monopoli 64-65 (18-13; 32-24; 48-46)

OSTUNI: Milone 6 (1/1 da 2, 0/5 da 3, 4/6 TL, 4 RB, 4 AST); Morena 4 (0/8 da 2, 1/6 da 3, 1/2 TL, 3 RB, 3 AST); Tanzarella 3 (0/1 da 2, 1/5 da 3, 4 RB); Di Salvatore 8 (4/5 da 2, 0/1 da 3, 6 RB); Taveri 2 (1/1 da 2); Craft 10 (5/11 da 2, 20 RB, 4 STP, 5 PER); Griffin 24 (10/15 da 2, 1/7 da 3, 1/4 TL, 4 RB, 3 AST, 8 REC); Calò 0 (3 AST); De Giorgi NE; Altavilla 7 (2/6 da 2, 0/3 TL, 6 RB, 4 AST). Coach: Vozza.

MONOPOLI: Giorgio 10, Lorusso NE, Giovinazzi 5, Gentile, Manchisi 22, Feruglio 21, Formica, Calisi 6, Miccoli NE, Barnaba NE. Coach: Carolillo.

ARBITRI: Porcelli e Marcone (Corato).

Domenico Zurlo – Ufficio stampa e comunicazione – CESTISTICA OSTUNI