La Cestistica Ostuni perde la quinta partita consecutiva a Nardò contro l’Andrea Pasca, nonostante il rientro di Andrea Malamov e nonostante il sostegno di qualche decina di tifosi al seguito, andati via delusi dopo una partita oggettivamente spiacevole. I gialloblù, aggrappati alla partita per poco più di due quarti, hanno finito per soccombere intorno alla metà del terzo periodo, quando i canestri a ripetizione di Chirico (23 punti con cinque triple) hanno scavato un solco incolmabile tra le due squadre, fino al +24 finale per i salentini (84-60).
In una serata difficile sin dall’avvio (9-0 per Nardò nei primi tre minuti), la Cestistica aveva comunque mostrato voglia di reagire, grazie alla buona vena del rientrante Malamov (applauditissimo dal suo ex pubblico), bravo nel cercare di mettere in ritmo i compagni con 3 assist già nel primo periodo. Ma tutta la squadra, dopo un primo tempo incoraggiante, si è sciolta nel terzo quarto al primo parziale dell’Andrea Pasca, brava nello sfruttare ogni minima sbavatura difensiva gialloblù con percentuali altissime dalla lunga distanza. Un replay, insomma, di quanto visto solo otto giorni prima sul parquet di Ceglie contro Trani.
E dire che nel secondo quarto, con l’uscita dal campo di Bjelic dopo il suo terzo fallo, sembrava che la gara si stesse incanalando sui binari giusti. Ma in questo periodo travagliato, ogni parziale avversario può far crollare certezze e autostima della Cestistica, che esce sconfitta contro una squadra sì discreta, ma sicuramente non superiore ai gialloblù, anzi a dir poco alla portata di Menzione e compagni.
Domenica prossima, sul parquet del PalaCeleste (che salvo sorprese dell’ultima ora dovrebbe ospitare le prossime gare casalinghe dei gialloblù, in attesa della riapertura del PalaGentile), la gara forse più difficile per Ostuni, contro l’Udas Cerignola, forse la squadra più in forma del campionato. I foggiani hanno appena battuto, sul parquet amico, la Allianz San Severo, partita nel quale ha esordito Ariel Svoboda, autentico colpaccio di mercato dei biancoazzurri.
Dopo cinque sconfitte di fila, c’è da scommettere che i ragazzi di coach Vozza venderanno carissima la pelle davanti al proprio pubblico, per giunta in un palasport piccolo e caldo come quello di via Tommaso Nobile. Vincere, o almeno giocarsela fino alla fine, sarebbe fondamentale anche in chiave psicologica, per chiudere poi il girone d’andata con due match più agevoli a Napoli e in casa con Benevento. Siamo vivi e arrabbiati, e domenica prossima è l’occasione per dimostrarlo!

TABELLINO
Andrea Pasca Nardò – Cestistica Ostuni 84-60 (22-13; 39-30; 64-45)
NARDO’: Colella 14, M. Dell’Anna 4, Manca 5, D. Dell’Anna 8, Bjelic 24, Durante, D. Ferilli, G. Ferilli 3, Chirico 23, Laudisa 3. Coach: Quarta.
OSTUNI: Malamov 11, Angelini 7, Marseglia 8, Percan 11, Menzione 11, Caloia 5, Tanzarella 6, Morena, Perugino, Assentato 1. Coach: Vozza.
TABELLINO COMPLETO
http://www.legapallacanestro.com/c/match-details?comp=920&id=58989

Domenico Zurlo
Ufficio stampa e comunicazione – CESTISTICA OSTUNI