Olympique Ostuni Isernia 2
Olympique Ostuni Isernia 2

Reazione positiva per i ragazzi di coach Castellana che pareggiano 5-5 tra le mura amiche del Pala Gentile contro il Capurso.

Reazione doveva essere e reazione è stata. Veemente, energica, a tratti fiammante, l’Olympique Ostuni indossa il suo vestito migliore per il suo storico esordio in serie B tra le mura amiche, quel PalaGentile in cui ancora riecheggiano le imprese dei giorni di maggio e con il quale la squadra riallaccia quel filo conduttore e quel pensiero sempre di moda: dal PalaGentile non si passa. Il 5-5 finale lascia però rimpianti per tutte le occasioni sprecate.

Coach Castellana per la sfida al temibile Capurso recupera Elia che ha scontato il turno di squalifica, eredità pesante dell’ultima partita della scorsa stagione e può finalmente lanciare Mario Paz che ha completato poche ore prima del match l’iter burocratico per il tesseramento. I due insieme a Fiorentino, Faria e il portiere Caramia completano lo starting five. Sul versante opposto Squillace non ha defezioni affidandosi ai colpi di genio di Mazzilli e del brasiliano Zerbini. E’ Paulo Faria a segnare il primo gol ostunese nella cadetteria sfruttando uno schema da corner. Il Capurso però resta sul pezzo e riprende subito il risultato grazie a Mazzilli. L’Olympique gioca bene e disegna buone trame scontrandosi però ogni volta con Frisone, estremo ospite in giornata di grazia. Ancora Mazzilli scappa sull’out mancino e fulmina Caramia con un tiro preciso per il vantaggio ospite che non scoraggia i ragazzi di Castellana sempre determinati a produrre gioco. Lo sforzo è premiato da una combinazione Elia – Faria con il tiro del portoghese respinto da Frisone che non può opporsi a Elia in ribattuta.

Nella ripresa Faria porta i suoi sul 3-2 ma gli arbitri riportano il Capurso sul pari non vedendo un fallo clamoroso che vizia il gol ospite. L’Olympique ora sbanda e va sotto con Biacino. Un po di paura si avverte ma ancora Faria conclude uno schema disegnato perfettamente da Castellana e riporta l’Olympique sul 4-4. Il tifo inizia a incitare a gran voce i gialloblu che vanno ancora sotto dimenticandosi Zerbini, pericolo numero uno, su un corner e per il brasiliano è troppo facile prendere la mira e spedire la palla all’angolo basso. Castellana opta per il quinto di movimento venendo premiato a trenta secondi dal termine quando è Daniele Colucci a siglare il 5-5 che chiude i conti.

Partita difficile con vari episodi che non abbiamo concretizzato – il pensiero di Paulo Faria – ma sono molto contento per la reazione che abbiamo avuto dopo l’esordio poco felice di Isernia. Siamo una squadra nuova e abbiamo ancora bisogno di tempo ma i segnali sono incoraggianti. Sono felice per i tre gol ma avrei preferito non segnare e portare i 3 punti in classifica. Adesso ci aspetta un’altra settimana di allenamenti intensi per preparare un’altra partita difficile contro avversari molto forti. Giocare al PalaGentile è molto bello, speriamo di rendere felici i nostri tifosi”

Messo in cascina il primo punto è tempo di pensare alla prossima sfida che si terrà ancora al PalaGentile, ospite il temibile CMB, squadra attrezzata per un campionato di vertice.

Ufficio stampa ASD OLYMPIQUE OSTUNI