La Cestistica Ostuni archivia facilmente la pratica Assi Brindisi, e con i 4 punti di vantaggio sulla Diamond Foggia si aggiudica il secondo posto matematico (grazie al doppio scontro diretto vinto contro i dauni), secondo posto che permetterà ai ragazzi di coach Beppe Vozza di affrontare i playoff con il fattore campo a favore.

Nella domenica che incorona l’Udas Cerignola regina del campionato, con la promozione diretta in Divisione Nazionale C dopo la facile vittoria casalinga contro l’Adria Bari, Morena e compagni affrontano nel classico testacoda la squadra ultima in classifica a soli due punti, reduce dalla prima vittoria stagionale contro l’Angiulli Bari. Una partita mai in discussione, con i gialloblù in vantaggio in doppia cifra a fine primo quarto e sul +16 all’intervallo, nonostante le gambe imballate per il richiamo di preparazione in vista dei playoff promozione.

Senza Menzione tenuto a riposo, ma con un Angelo De Leonardis in grande spolvero (16 punti con 7/9 dal campo), alla Cestistica basta il minimo sforzo per regolare i brindisini, mai in grado di impensierire i padroni di casa nonostante le buone prove di Ivano De Leonardis, Calò e Mione. Capitan Morena domina, come sempre, sotto i tabelloni (15 punti e 20 rimbalzi), ben aiutato da Motta (18 punti e 4 assist) e Morici (13 con 6 rimbalzi).

Con il secondo posto ormai assicurato, coach Vozza può adesso preparare al meglio la post season: gli ultimi due impegni, sabato a Bari contro l’Angiulli e a fine mese al PalaGentile contro l’Olimpica Cerignola, saranno il trampolino verso la parte più importante della stagione. Ostuni vuole la promozione, ma raggiungerla non sarà facile, con squadre come la stessa Olimpica, San Severo e soprattutto Foggia in prima linea.

Cestistica Ostuni-Poseidone Brindisi 90-64.

TABELLINO
OSTUNI: Gioia; De Leonardis 16 (6/8 da 2, 1/1 da 3, 1/1 tiri liberi); Morena 15 (20 rimbalzi, 4/5 da 2, 1/2 da 3, 4/4 tiri liberi, 4 assist); Marseglia 5 (2/3 da 2, 0/3 da 3, 1/2 tiri liberi, 2 recuperi, 4 assist); Morici 13 (4/5 da 2, 5/6 tiri liberi, 6 rimbalzi); Caloia 6 (3/5 da 2, 0/1 da 3, 8 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi); Tanzarella 8 (2/6 da 3, 1/2 da 2, 3 rimbalzi); Argentiero 9 (1/1 da 2, 2/4 da 3, 1/2 tiri liberi, 3 assist); Valente; Motta 18 (6/8 da 2, 1/2 da 3, 3/4 tiri liberi, 4 assist, 3 rimbalzi). Coach: Vozza.
ASSI BRINDISI: De Leonardis 8, Dell’Anno 3, Martinesi NE, Sancilio NE, Calò 18, Avallone 10, Gervasi 4, Mione 17, Zarcone 4, Caracciolo. Coach: Sarli.