La corsa della capolista Martina si ferma ad Ostuni

Stadio Comunale di Ostuni
Volantino Spazio Conad Mesagne

Primo pareggio per la capolista che al Nino Laveneziana trova un ostico Ostuni che le impone la parità.

Di Domenico Moro

La prima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza opponeva all’Ostuni la capolista Martina, formazione schiacciasassi del campionato avendo ottenuto solo vittorie (13 su 13) sino alla trasferta del Nino Laveneziana. Gara molto attesa in casa gialloblù se pur consapevoli delle difficoltà che il match presentava contro Delgado e compagni, cercare di opporsi ad una squadra costruita per il salto di categoria.

Il Martina batte il calcio d’inizio su un terreno abbastanza provato dalla pioggia caduta sulla città bianca nel corso della settimana, e sin da subito la capolista cerca di imporre il proprio gioco ma i padroni di casa si difendono con ordine e rispondono di rimessa. Il cronometro scorre e dopo 10’ minuti di gara non ci sono azioni degne di cronaca per i 22 in campo su un terreno abbastanza scivoloso che non permette una continuità di gioco.

Sugli sviluppi di una punizione al 16’ minuto dopo una mischia in area il Martina trova il gol con Ancora ma l’arbitro annulla per un vistoso fallo di mani nell’azione della rete. L’Ostuni dopo lo scampato pericolo cerca di reagire anche se il Martina dimostra di voler aumentare il ritmo gara, ma su azione di contropiede al 20’ minuto l’Ostuni con Maglie sfiora il vantaggio. Ancora una occasione per i gialloblù al 24’ minuto con il neo entrato Zito in sostituzione dell’infortunato Maglie che sfiora nuovamente il vantaggio per i padroni di casa cercando di sorprendere il neo entrato portiere ospite Cocozza ma la palla termina di poco a lato alla sinistra del portiere. Al 41’ su azione di contropiede Zito porta in vantaggio l’Ostuni, un vantaggio meritato per i padroni di casa che non hanno mostrato nessun timore in questa prima frazione di gara contro il più quotato avversario.  Dopo 5’ minuti di recupero si va al meritato riposo.

Alla ripresa delle ostilità su un terreno abbastanza scivoloso e non in perfette condizioni le due squadre riprendono a sfidarsi con la stessa determinazione della prima parte di gara anche se i 22 in campo non riescono a dare una continuità al gioco per le non perfette condizioni del terreno di gioco. Dopo 7’ minuti della ripresa Cerutti per il Martina non riesce ad agganciare una palla abbastanza favorevole a poca distanza da Schina mancando il pareggio. Dopo il primo quarto d’ora della ripresa non ci sono occasioni degne di cronaca tranne l’occasione degli ospiti con Cerutti. Il Martina cerca di aumentare il ritmo della gara per cercare di recuperare lo svantaggio realizzato da Zito, ma l’Ostuni non sfigura al cospetto della capolista e cerca di sfruttare le occasioni di rimessa. Al 65’ Luciano Bruni manda sul rettangolo di gioco Molfetta in sostituzione di Nives cercando di dare maggiore forza alla propria squadra, ma al 67’ Zito l’autore del vantaggio gialloblù viene espulso per un fallo di reazione su Cappellari lasciando in svantaggio numerico la propria squadra. Il Martina cerca di dare maggiore spinta alle proprie azioni per il vantaggio numerico con i gialloblù che cercano di difendere l’1-0 acquisito nella prima parte di gara. Al 74’ ancora una occasione sfumata per gli ospiti per trovare il pareggio con la palla che termina al lato alla sinistra del portiere Schina. I biancoazzurri continuano ad attaccare con insistenza con il cronometro che scorre inesorabilmente. All’83’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Martina con Aprile trova il pareggio dopo averlo cercato con insistenza dopo l’espulsione di Zito. Gli ospiti ci credono e se pur in grandi difficoltà su un terreno al limite della praticabilità continuano ad attaccare ma l’Ostuni se pur a denti stretti riesce a chiudere le maglie difensive portando a casa un prezioso punto per la classifica e per il morale bloccando la Capolista che sino ad oggi non aveva incontrato ostacoli sul proprio cammino, sicuramente una gara condizionata dall’espulsione di Zito e da un arbitraggio molto discutibile che nella ripresa ha fischiato continuamente con decisioni errate.

Leggi anche  Riprende il campionato di eccellenza con turno casalingo per l’Ostuni

Al termine della gara il commento del DS Paolo Marzio: “Devo fare un plauso ai miei giocatori per come hanno giocato la gara anche perché giocavamo con la prima in classifica che sino ad oggi aveva sempre vinto. Mi lamento perché la gara potevamo vincerla e l’espulsione è molto discutibile e la direzione di gara è stata abbastanza a senso unico e ha fischiato sempre a favore del Martina e la capolista non ha bisogno degli aiuti arbitrali. Potevamo chiudere il primo tempo sul 2 – 0 perché l’Ostuni ha fatto un bel primo tempo e abbiamo avuto occasioni per siglare il secondo gol. Il secondo tempo è stato abbastanza vergognoso per come abbiamo subito decisioni arbitrali ingiuste tra cui da una di queste è scaturito il pareggio del Martina, oltre alle tante ammonizioni che abbiamo ricevuto che potranno pesare sul proseguo della stagione anche perché non abbiamo una panchina lunga”.

Note di gara:

Ostuni: Schina, Stranieri, Nives (20’ st Molfetta), Pizzolla (22’ st Caruso), Chiochia, Razzini, Marzio (32’ st Molnar), Benedetti, Maglie (23’ pt Zito), Marino, Giunta. All. Bruni

Martina: Maggi (23’ pt  Cocozza), Cappellari, Brescia, Mangialardi ( 1’ st Teiso ), Aprile, Perrini, Cerutti ( 16’ st Bukya ), Cannito, Gulic, Delgado, Ancora. All. Pizzulli

Arbitro: Paladini di Lecce

Marcatori: 41’ pt Zito, 39’ st Aprile

Note: 22’ st espulso Zito per condotta scorretta

Continua a leggere su OstuniNotizie.it