Stadio Comunale di Ostuni
Foto di repertorio
Volantino Spazio Conad Mesagne

I Gialloblù in 10 dal 30’ del primo tempo non riescono nell’impresa di superare il turno di Coppa Puglia di Eccellenza

Di Domenico Moro

Come nella gara di andata i biancoverdi trovano il gol oltre il novantesimo che permette loro di battere l’Ostuni e portare a casa la qualificazione al turno successivo. È stato Dorini a trovare il guizzo vincente al 92’ minuto regalando la vittoria e la gioia di superare il primo turno contro un coriaceo Ostuni.

Le due squadre entrano sul rettangolo di gioco con l’obiettivo di superare il turno e quindi si affrontano sin dal fischio d’inizio con la giusta determinazione tanto che i padroni di casa dopo appena 30” secondi sono già in vantaggio con Echarri Nuam servito con precisione da Andrea Marzio (mattatore della gara di andata con una doppietta). Il Manduria cerca di reagire per il gol preso a freddo ma i gialloblù si difendono con ordine e contrattaccano creando azioni pericolose. Al 30’ minuto la svolta della gara, l’ostunese Albaqui Facundo in un contrasto di gioco si vede estrarre dal direttore di gara il cartellino rosso (decisione abbastanza dubbia) lasciando la propria squadra in 10 stravolgendo così le sorti della gara. Successivamente all’espulsione di Albaqui Facundo susseguono momenti di tensione e a farne la spese sono i due allenatori che anticipatamente prendono la strada degli spogliatoi.

Il Manduria attacca con incisività trovandosi in superiorità numerica ma l’estremo difensore di casa si oppone con determinazione negando il pareggio in varie occasioni. Nella ripresa la musica non cambia, gli ospiti continuano ad attaccare alla ricerca del pari ma l’Ostuni ben disposto sul rettangolo di gioco chiude ogni spazio agli avversari contrattaccando con Marzio e EcharriNuam. Se pur non più presenti in campo i due Mister effettuano cambi per dare maggiore freschezza alle due compagini. Il Manduria continua ad attaccare sfruttando la sua superiorità numerica e al 65’ minuto trovano il pareggio con Aquaro che sfrutta un preciso cross in area di rigore. Trovato il pari gli ospiti continuano ad attaccare credendo nella vittoria e al 92’ il biancoverde Dorini si inserisce in area di rigore trovando il colpo vincente regalando agli ospiti una insperata vittoria.

A fine gara Mister De Nitto si dichiara soddisfatto di come la squadra ha affrontato il match. “Ancora non siamo al cento per cento, ci vorranno almeno altre due, tre gare per vedere il vero Ostuni, però oggi i miei ragazzi vanno lodati perché hanno giocato gran parte della partita con un uomo in meno e hanno svolto a pieno quello che io avevo raccomandato loro prima del match. Certo, dispiace per il morale dei ragazzi ma da martedì torniamo ad allenarci con il pensiero alla prima di campionato di domenica prossima con la trasferta in terra tarantina contro Ginosa”.

Note di gara:

Ostuni – Manduria 1-2

Ostuni: Mendive, Renna, Litti, Perrino, Otero, Cassano, Marzio, Albaqui M., Miccoli, Albaqui F., Echarrinuam.  All. De Nitto

Manduria: Maraglino, Marinelli, Aquaro, Pizzoleo, Dorini, Onesto, Kouame Dibi, D’Arcante, Procida, Russo, Cavaliere.  All. Passiatore

Marcatori: Echarrinuam al 30”, Aquaro 65’, Dorini 92’

Note: espulso al 30’ Albaqui Facundo

Continua a leggere su OstuniNotizie.it