Pubblicità
Pubblicità

Quel che poteva succedere alla fine non è successo, ma la porta per l’accesso in C1 resta aperta grazie al piazzamento finale che permette all’Olympique Ostuni di guardare con serenità al 3 maggio, giorno in cui al PalaGentile ci sarà la finale playoff del girone C.

Arriva presto, già prima che al DaVinci di Brindisi finisca il primo tempo, il segnale di resa del Real Five Carovigno che consegna la vittoria del campionato al Messapia Brindisi. Troppe riserve in campo(mente già ai playoff?) per poter contrastare Perseo e compagni, determinati a chiudere un campionato da protagonisti che li ha visti al comando della classifica dall’ottava all’ultima giornata.

Per l’Olympique quindi, svanito il sogno diretto, altro non rimaneva che concludere nel migliore dei modi la propria corsa battendo il fanalino di coda Qlr per consolidare il secondo posto e l’importantissimo merito di giocare la finale in casa.

La partita contro i brindisini, seppur quasi sempre controllata, non è stata delle più semplici. Mister Iaia, con Di Bari,Farina e Fumarola squalificati in tribuna a incitare i compagni e con Quartulli diffidato bloccato in panchina, si presenta con Convertini, Calò, Nacci, Giandonato e Boccardi. Tra i dodici si rivede finalmente capitan Sgura. Molte le occasioni sbagliate nei primi minuti e qualche difficoltà nella fluidità del gioco. Il Qlr riesce anche a ripartire in modo pericoloso ma qualisasi occasione è disinnescata da un ottimo Convertini.Il vantaggio ostunese è ad opera del guerriero Saponaro che entra, chiama e realizza lo schema da calcio piazzato. Il raddoppio arriva dai piedi di Nacci, che con il gol di oggi chiude il suo campionato in doppia cifra. Il 3-0 è frutto del triangolo Boccardi-Saponaro concluso ancora dal centrale che arriva a 19 gol stagionali.

Inizio di ripresa fulminante per chiudere il match. Giandonato realizza alla prima azione. Un po di sofferenza porta al gol ospite ma è Calò a segnare il 5-1 da distanza ravvicinata dopo la traversa di Sgura. Curiosità: Calò apre e chiude il sipario avendo segnato sia il primo storico gol dell’Olympique al PalaGentile che l’ultimo in stagione regolare. La squadra di casa cala d’intensità e il Qlr ne fa due. Uno strepitoso Convertini sale in cattedra evitando in più occasioni altri patemi. Anche la porta ospite diventa stregata con due tiri liberi falliti e un paio di conclusioni che centrano pali e traverse.

Finisce con il 5-3 finale la stagione regolare. Un campionato iniziato con la pesante(oggi ancora di più) debacle casalinga contro il Futsal Lecce e proseguita in modo altalenante per tutto il girone di andata. Data da ricordare il 23 novembre 2013, lo storico esordio del Futsal al PalaGentile coronato dal 5-0 al NociAzzurri. Date negative la pesanti sconfitte nel derby di andata e nello scontro diretto a Castellaneta. Da quel tremendo 7-0 Iaia ha preso la situazione in mano forgiando dalle ceneri una squadra unita e tenace capace di battere chiunque. Da allora infatti, ben otto vittorie consecutive(estremamente importante quella a Locorotondo dove l’Olympique era sotto 4-0 dopo i primi quindici minuti) e avversari spazzati via in serie. Concludere il campionato un punto dietro alla capolista e un punto avanti alla terza fa capire che ognuna di queste tre squadre aveva le carte in regola per vincerlo. Le recriminazioni, i se e i ma, fanno parte di un passato che è già chiuso.

Il Messapia è in C1, Olympique , Real Castellaneta e Real Five meritano di giocarsi l’accesso alla massima categoria regionale per valori tecnici,continuità e organizzazione di gioco.

Un’applauso sincero va a due belle realtà: Il Noci c5 di mister Lippolis, squadra giovanissima ma dalle potenzialità smisurate capace di esprimere in diverse partite il più bel futsal del girone e il Cocoon Fasano che senza poter chiedere nulla alla propria classifica ha riaperto il campionato nelle ultime giornate travestendosi da ammazzagrandi(pareggio con Messapia e Real Five, vittoria con il Castellaneta) e accendendo la possibilità di una prossima annata da protagonista. Quando l’Onestà conta più di mille altri discorsi.

Un ringraziamento particolare a nome di squadra e staff a tutte quelle persone che si stanno avvicinando al Futsal popolando sempre più numerose i gradoni del palazzetto. Rimarrà impresso per sempre il boato in occasione della vittoria nel derby a Carovigno.

L’Olympique, come già detto, disputerà direttamente la finale il 3 maggio al PalaGentile in virtù della regola che esclude dai playoff la quinta classificata se tra le due vi è una differenza di più di nove punti.

A far visita, nel Giorno dei Giorni, una tra Real Castellaneta e Real Five Carovigno che si affronteranno il 26 aprile.

RISULTATI 22^GIORNATA

Messapia Brindisi – Real Five  7-2

Olympique Ostuni – Qlr  5-3

Real Castellaneta – Futsal Lecce  8-3

Futsal Francavilla – Noci c5  16-2

Noci Azzurri – Cocoon Fasano  7-8

Futsal Locorotondo – Real Martina 0-2

CLASSIFICA FINALE

Messapia 51, Olympique 50, Real Castellaneta 49, Real Five 40, Futsal Francavilla 39, Futsal Locorotondo 33, Cocoon 30, Noci c5 26, Real Martina 23, NociAzzurri 14, Futsal Lecce 14, Qlr 12

Semifinale Playoff:  Real Castellaneta – Real Five Carovigno  (26 aprile)

Finale Playoff:  Olympique Ostuni – vincente semifinale  (3 maggio)

Christian Greco ASD OLYMPIQUE OSTUNI