Basket. Domenica 21 settembre Memorial Vito Gentile

10688057 888634107813742 1547517506654822249 o
10688057 888634107813742 1547517506654822249 o
Volantino Spazio Conad Mesagne

Una nuova stagione sta per iniziare, con un roster nuovo a metà e un pubblico già pronto a rivivere le emozioni indimenticabili di qualche mese orsono. Domenica 21 settembre, alle 18.30, la Cestistica Ostuni si presenta alla città e al PalaGentile, in occasione del consueto, annuale, appuntamento con il memorial “Vito Gentile”, appuntamento fisso ormai da anni del precampionato della pallacanestro ostunese.

A una settimana dall’inizio della nuova stagione, che prenderà il via il 28 settembre in quel di Agropoli, i ragazzi di coach Beppe Vozza e capitan Mimmo Morena faranno la loro prima uscita in campo presentandosi al loro pubblico, protagonista insieme a loro della storica promozione in Serie C solo pochi mesi fa, e dedicando tiri e canestri ad un presidente che è rimasto nel cuore di tutti gli ostunesi che seguono questo sport.

La squadra scenderà in campo contro il Fasano con un roster abbondantemente rinnovato, un giusto mix tra vecchi e nuovi, tra giovani e gente di esperienza. Ai confermati Mimmo Morena, un ragazzino al 30° anno di carriera, Carlo Menzione, Antonio Caloia, Giuseppe Tanzarella e Gianluca Marseglia, si sono aggiunti due pezzi da 90 come il 31enne Andrea Malamov, un passato glorioso tra B1 e B2 (lo scorso anno tra i migliori della C con la maglia di Nardò) e il giovane croato Alex Percan, 22 anni, ex Rimini (nelle ultime due stagioni in A2 in Croazia).

Da non sottovalutare anche i quattro under, tutti nati nel 1996 e tutti provenienti dalle fila dell’Aurora Brindisi (società con cui la Cestistica ha stretto un accordo di collaborazione), cioè il play Federico Angelini, la guardia/ala Stefano Perugino, l’ala Riccardo Baldassarre e il pivot Andrea Assentato.

Dall’altra parte, gli avversari saranno i biancoazzurri del Basket Fasano, guidati in panchina da Carlos Alberto Sordi, che dopo il ritiro dal parquet ha saltato la staccionata per diventare allenatore della sua ex squadra, che anche quest’anno affronta il campionato di Serie C Regionale. Lo scorso anno i fasanesi diedero filo da torcere ai gialloblù, sia in casa, dove Ostuni ebbe la meglio dopo aver rimontato la doppia cifra di svantaggio, sia al PalaGentile, dove la Technoacque si tolse addirittura la soddisfazione della vittoria.

“Quella che sta per partire sarà una stagione difficile, in una Serie C molto bella dal punto di vista tecnico – le parole di coach Beppe Vozza – Ci sono diverse squadre attrezzate al salto di categoria, noi siamo consapevoli delle nostre possibilità e contiamo di fare bella figura”. L’allenatore ostunese, ex capitano dell’Assi, ha già individuato le sue favorite: “Le quattro pugliesi, Cerignola, Nardò, San Severo e Trani, sono certamente le più attrezzate, così come qualcuna delle squadre campane, i cui roster non sono peraltro ancora completati. Ci sono 8-9 realtà dallo spessore tecnico notevole e dalle potenzialità economiche importanti, ma noi vogliamo essere competitivi”, aggiunge.

Solo pochi mesi fa, l’esaltante finale con San Severo che ha portato la Cestistica al primo campionato nazionale della sua storia. Ora i gialloblù si presenteranno con un organico parzialmente rinnovato. “Intanto voglio ringraziare i ragazzi che lo scorso anno ci hanno dato una grossa mano, ovvero Gianluca Argentiero, Paulinho Motta e Nicolas Morici, ai quali diamo un grosso in bocca al lupo per il futuro – sottolinea Vozza – la squadra che abbiamo costruito, secondo me, è un giusto mix tra giovani ed esperti, tra zoccolo duro della squadra e nuovi arrivati. Noi vogliamo essere competitivi per il vertice, abbiamo il talento per potercela giocare con tutti”.

Continua a leggere su OstuniNotizie.it