Pubblicità
Pubblicità

Il candidato ostunese in corsa per la presidenza territoriale si fa portavoce di un percorso di cambiamento.

Domenica 21 febbraio le società Fipav dei territori di Brindisi e Taranto saranno chiamate a scegliere il direttivo federale che, per il prossimo quadriennio, avrà il compito di guidare il comitato locale.

«Siamo pronti ad essere valutati dai nostri associati – dichiara il candidato alla presidenza del comitato Oronzo Polignino – Per noi rappresenta un esame, ma lo sarà anche per un territorio che oggi si trova di fronte ad un sistema nuovo, un laboratorio di nuove idee che fonda le sue radici nella passione per questo sport».

A concorrere sono due le liste proposte agli associati: da una parte il candidato presidente Agostino Greco, sostenuto da parte di consiglieri del precedente quadriennio; dall’altra Oronzo Polignino con una lista completamente nuova, nel segno del cambiamento.

Sarà un momento in cui tutte le società con i rispettivi delegati potranno partecipare esercitando la propria scelta, valutando con grande attenzione quali siano i programmi migliori. Con l’obiettivo e la speranza comune di avviare un percorso di crescita che dia maggiore fiducia ai sodalizi e slancio al territorio.

Il periodo pre-elettorale ha fatto registrare un notevole fermento da parte degli associati che, svincolati dal torpore delle liste bloccate, hanno trovato in questa competizione maggiori informazioni, condizione ottimale per un confronto democratico che sia da esempio per il futuro e per le nuove generazioni.

«Abbiamo aperto finalmente una nuova prospettiva, avvalorata dalla possibilità di mettere in gioco posizioni alternative. Filo conduttore di questo tipo di esperienza, un’offerta che ha messo in relazione uomini che hanno dimostrato passione e competenza – prosegue Polignino – Obiettivi trainanti sono stati il fare squadra, e la ricerca comune delle migliori soluzioni idonee a presentare un programma valido per il prossimo quadriennio. Tutto ha sempre avuto come segmento logico la trasparenza, senza evidenziare autocelebrazioni, ma pensando ad avere un forte senso di responsabilità per la crescita del nostro movimento».

Intanto sono stati resi noti i protocolli per celebrare l’assemblea in sicurezza e nel rispetto dell’emergenza Covid-19. L’evento sarà aperto esclusivamente alle figure federali e agli associati con i loro delegati abilitati al voto, quindi inibito a semplici tesserati.

Forte di una lunghissima esperienza in ambito pallavolistico, prima da atleta e poi da dirigente e da consigliere Fipav Brindisi, Polignino e la sua squadra hanno espresso nel proprio programma una serie di punti specifici di riferimento: l’importanza della figura del dirigente, della sinergia tra associati e federazione, della comunicazione, del rapporto con le istituzioni, dell’adeguata formazione di atleti, allenatori e arbitri; con particolare attenzione alle soluzioni per agevolare i movimenti pallavolistici locali dal punto di vista fiscale.