La Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni non riesce a smuovere la propria classifica e, nella sesta giornata del Campionato di Serie C, cade sotto i colpi della Camer Gas & Power Galatone.

I salentini fanno bottino pieno e si impongono per 3 set a 0, risultato severo che i padroni di casa, pur spinti dal proprio pubblico al PalaCeleste, non riescono mai a mettere in discussione nonostante quanto di buono mostrato in alcuni momenti del match.

I coach Viva e Bianchi mandano in campo il consueto sestetto composto da Carbotti al palleggio e Di Castri fuorimano, Blasi e Deleonardis laterali, D’Amico e Lenoci al centro e Asciano libero, con il consueto ricorso alla diagonale Parisi – Pompigna durante il primo set, l’impiego di Scaramuzzi in banda nel terzo, e di Eletto al servizio nel secondo. L’Orthogea parte bene in avvio ma gli ospiti salgono in cattedra da metà set in poi, prendendo in mano le redini di un gioco condotto fino alla fine con margini di vantaggio concretizzati in parziali di 19 a 25 nei primi due, e 17 a 25 nel terzo set.

I dati di fine raccontano di un Galatone padrone del match, con una positività del 48% in ricezione e del 41% in un attacco che brilla soprattutto dell’operato di Petrosino (15 punti). L’Ostuni risponde con simili positività in ricezione (45%) e attacco (41) e nove muri, ma con differente efficacia in termini di muro/difesa e dunque ricostruzione. Ad alzare la percentuale dei padroni di casa è soprattutto capitan Blasi, straripante in attacco con 15 punti personali ed il 68% in fase realizzativa.

L’appuntamento di sabato prossimo, almeno sulla carta è piuttosto proibitivo poiché la giovane Orthogea dovrà far visita al Molfetta, prima della classe a punteggio pieno. Ma i gialloblu non dovranno pensare né al blasone dell’avversario né tantomeno alla classifica, perché questo è il momento in cui bisogna continuare a lavorare e a crescere gara dopo gara