Il Giovinazzo travolge 8-0 l’Olympique Ostuni nel campionato di Serie B, gialloblù senza gli stranieri Vinicius e Franchi che hanno lasciato in settimana la Città Bianca.

Gara senza storia in favore della squadra di Magalhaes. Il brasiliano mette a segno una tripletta e nel derby trovano la via della rete anche Mongelli, con una doppietta, Piscitelli, Alves e Gomez tutti in gol con un timbro ciascuno

E dopo la Diaz Bisceglie anche l’Olympique Ostuni è liquidato. Molto più facilmente di quanto si potesse immaginare, con un perentorio 8-0 che porta il Giovinazzo al terzo posto nel girone G di serie B, a -5 dalla prima posizione, adesso occupata dal tandem composto dal Capurso e dalla Chaminade Campobasso. Undici gol fatti nelle ultime due partite, ma soprattutto una porta immacolata da ben novantaquattro minuti. La squadra di Marcello Magalhaes, priva di Depalma, Priori e con Rafinha a mezzo servizio, fa la voce grossa anche sul parquet del PalaPansini in una gara in cui la tecnica superiore ha avuto la meglio ed è così arrivato il secondo hurrà di fila, ovvero il quinto stagionale.

Protagonisti del roboante successo casalingo sono stati Alvaralhão dos Santos e Mongelli, autori, rispettivamente, di una tripletta e di una doppietta, ma anche i baby Sciancalepore (18 anni ieri, nda) e Turturro, gettati nella mischia nel corso della ripresa.

In avvio gli ospiti partono come gli ossessi (e con Fiorentino nelle vesti di quinto di movimento, nda), ma l’angolo di Alvaralhão dos Santos, dopo appena 34’’, beffa Caramia: è già 1-0. Ci provano anche Mongelli (tentativo deviato in corner) e Gomez (conclusione imprecisa), mentre sull’altro versante Salamida pecca di egoismo, ignora completamente Schiavone, libero a centro area, e tenta la conclusione di potenza senza velleità. Per fortuna, in avanti, c’è sempre Alvaralhão dos Santos che fa nuovamente girare la testa a Caramia e fa 2-0. Prima del riposo, l’ennesima discesa di Piscitelli ed il salvataggio della difesa ospite su Gomez fanno da preludio al destro di Alves che centra la traversa. Squadre al riposo col Giovinazzo avanti 2-0.

Al rientro, Mongelli non sbaglia il 3-0, Di Ciaula ferma sul nascere i tentativi di rimonta dell’Olympique Ostuni, affidati ai soliti Schiavone e Salamida, mentre Piscitelli cala il poker e mette in ghiaccio la partita: 4-0 ad un quarto d’ora dall’ultima sirena. La squadra ospite, a questo punto, cede, subisce il 5-0 di Mongelli (doppietta), il 6-0 di Alvaralhão dos Santos (tripletta), il 7-0 di Alves e l’espulsione di Lisi (doppio giallo). È il colpo del ko. Gomez porta il Giovinazzo C5 sul definitivo 8-0, le conclusioni di Mongelli e Marolla si spengono sul fondo, mentre dalla panchina si alzano i baby Sciancalepore e Turturro. Il primo è subito nel vivo, manovra bene e va vicinissimo al gol: Caramia salva in uscita, ci possiamo accontentare lo stesso.

Il suo collega di reparto, Di Ciaula, s’oppone a Zigrino e porta a novantadue i minuti di inviolabilità della porta bancoverde. Il Giovinazzo mette in cascina altri tre punti pesanti come macigni, che lo portano a quota quindici punti, al terzo posto. A -5 dalla vetta. Prosegue la rincorsa, che ha un obiettivo chiaro: il primo posto.

GIOVINAZZO: Di Capua, Marolla, Morgade, Piscitelli, Mongelli, Rafinha, Alves, Gomez, Alvaralhão dos Santos, Sciancalepore, Turturro, Di Ciaula. Allenatore: Magalhaes.

OLYMPIQUE OSTUNI: Caramia, Calò, Zigrino, Lisi, Francioso, Lanzillotti, Solidoro, Fiorentino, Esperti, Salamida, Schiavone, Epifani. Allenatore: Basile.

Ufficio Stampa Giovinazzo

POTRESTI ESSERTI PERSO: