Sin dalle prime battute la Cestistica Ostuni di coach Giovanni Putignano sembra un’altra squadra.

Qui le Interviste Post Gara a cura di Francesco Pecere

La Cestistica regala il primo sorriso a coach Putignano, batte l’Altamura e si coccola il suo gioiellino, Mateja Maksimovic, 19 anni, tesserato poche ore prima della sfida contro i murgiani. L’ex Sarno realizza 25 punti in 33’ con un sorprendente 10/16 da campo. Insieme a lui ottimo esordio anche per Tommaso Colombo, 19 anni, scuola Forlì, schierato per 25’.

Sin dalle prime battute la Cestistica sembra un’altra squadra. Maksimovic e Colombo portano energia pura ed il finale del primo quarto parla da solo (28-8). L’intensità non cala nella seconda frazione. L’Altamura si preoccupa di Maksimovic lasciando spazio a Scarponi e Kadzevicius che tengono il vantaggio dei padroni di casa sul +20 (49-29).

Dopo l’intervallo la gara cala di intensità anche perché l’Ostuni dosa le energie ma gli ospiti non trovano il giusto rimedio al contropiede dei padroni di casa. Una tripla di Colombo al 27’ porta la Cestistica al massimo vantaggio (63-41) e strappa gli applausi convinti di un PalaGentile finalmente soddisfatto.

L’ultimo quarto è un conto alla rovescia. La Cestistica evita il ritorno dell’Altamura e festeggia la prima pesantissima vittoria del Putignano-bis. La strada è ancora in salita, ma l’impressione è che ora la Cestistica abbia le giuste energie per imbroccare la strada giusta.

Cestistica Ostuni: Rotundo 6, Petraroli, Tessitore n.e., Maksimovic 25, Caloia 4, Scarponi 17, Kadzevicius 25, Mazzarese 1, Leo 2, Colombo 8. All. Putignano

Libertas Altamura: Caradonna, Pace 13, Clemente 7, Castoro 15, Loperfido, Vigor 15, Dondur 11, Lasorte 13, Carucci n.e., Giordano. All. Cotrufo.

Arbitri: Farina Valaori e Iaia di Brindisi

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: