Pallavolo 2000 Ostuni ko, Mesagne ha una marcia in più. Nel derby del PalaCeleste la giovane Orthogea cade in tre set. 

Come da pronostico l’esordio casalingo della Pallavolo 2000 Ostuni, terza giornata del calendario di Serie C, si conferma particolarmente complicato, l’Apulia Diagnostic Mesagne supera agevolmente i ragazzi dell’Orthogea imponendosi per 3 set a 0, con parziali di 25-17, 25-21 e 25-19. Un successo meritato per gli ospiti, in cui brillano i quattro atleti ostunesi in prestito, tornati al PalaCeleste tra gli applausi del nutrito pubblico che ha animato la serata di domenica.

Mister Viva e Bianchi scelgono il sestetto composto da Blasi e De Leonardis coppia di martelli, Di Castri opposto, Lenoci e D’Amico al centro, con Asciano libero e Carbotti in cabina di regia. Durante il match la panchina ostunese inserisce il libero Errico in difesa, la diagonale composta da Parisi e Pompigna, Eletto al servizio e Scaramuzzi in banda per De Leonardis. Coach Rosato risponde con i grandi ex della sfida: i fratelli Dario e Adriano Polignino, rispettivamente opposto e laterale, capitan Semeraro al palleggio e Angrisano al centro, atleti già parte della storia sportiva ostunese. Accanto a loro Nero completa il reparto schiacciatori e D’Elia i centrali, con Lomartire libero.

L’andamento dei tre set è più o meno lo stesso, Mesagne allunga nella prima parte del parziale, l’Ostuni viene fuori alla distanza provando ad accorciare, vanamente. Tra i padroni di casa buona prova di capitan Blasi, miglior realizzatore dei suoi con 8 punti, seguito a ruota dai due centrali D’Amico e Lenoci, rispettivamente con 7 e 6 punti a referto ed oltre il 50% di positività in attacco. Nel complesso l’Orthogea commette qualche errore al servizio e patisce quello ospite, difficoltà che si ripercuotono poi sulla costruzione del gioco. Tra gli ospiti trascinatori i fratelli Polignino, Dario con 14 punti e Adriano con 11, Nero abile collante tra i reparti.

La severa sconfitta incassata dai gialloblu è uno di quei tributi da pagare inevitabilmente all’inesperienza combinata alla difficoltà della categoria. Da queste prime due uscite di campionato l’Orthogea dovrà trarre gli opportuni insegnamenti, facendo tesoro dei progressi ma anche delle difficoltà incontrate, per tornare in campo più motivata che mai a conquistare i primi punti stagionali: sabato 23 novembre sarà nuovamente sfida al PalaCeleste, ore 18.30, contro laPallavolo Gioia.

POTRESTI ESSERTI PERSO: