La festa per il ritorno ad Ostuni di coach Putignano è rovinata dalla seconda sconfitta consecutiva.

La Cestistica cade in casa sotto i colpi del Vieste che con soli 61 punti riesce a portare a casa la vittoria. Le percentuali dicono che l’Ostuni ha tirato malissimo sia dal campo che dalla lunetta vincendo, invece, la sfida ai rimbalzi.

Ostuni in campo senza linfortunato Alunderis e con Leo ancora lontano dalla migliore condizione.  Avvio choc per la Cestistica che dopo 5 è sotto di 10 punti (5-15). Putignano inserisce a sorpresa il giovanissimo Petraroli, praticamente allesordio in campionato e la Cestistica riparte. Petraroli con due assist innesca la rimonta gialloblù ed esalta il pubblico di casa (22-19).

Conquistato il vantaggio la Cestistica si distrae e consente agli ospiti di ritrovare il vantaggio grazie ad un pesante break di 0-10 (22-29). Nel terzo quarto lOstuni trova il vantaggio (32-31) ma non basta a mettere definitivamente la testa avanti. I padroni di casa segnano con il contagocce ed il Vieste mantiene il vantaggio giusto per gestire senza affanni il finale.

Cestistica Ostuni: Rotundo 7, Petraroli, Tessitore 8, Latella 8, Caloia 2, Scarponi 10, Kadzevicius 18, Mazzarese, Leo 10, Giannotte n.e.. All. Putignano

Vieste: Guzzon 6, Nicosia 3, Monier 12, Compagnoni 10, Ordine 8, Vranjkovic 19, Scozzaro 1, Gimma, Vieste, Bentrad2. All. Ciociola

Arbitri: Paradiso di Santeramo in Colle e Menelao di Mola di Bari

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: