La Lupa Lecce espugna il Palasport di Ostuni e fa un bel salto verso la salvezza. Per l’Ostuni, invece, una sconfitta pesante che allontana i gialloblù dal quarto posto. In sala stampa il presidente Domenico Tanzarella comunica il congelamento degli stipendi e la sospensione dell’atleta Vanni Laquintana dopo una prestazione che la società ostunese non ha proprio digerito.  Il Lecce porta a casa una vittoria meritata costruita sin dal primo minuto che porta i nomi di Matteo Malaventura e Stefano Sirena (48 punti in due).

Nei primi due quarti il Lecce non trova resistenza nella difesa ostunese. Dopo aver perso malamente il primo quarto (18-27), i gialloblù vanno al riposo lungo sul 33-43.
L’Ostuni ritrova il pari (45-45) all’inizio del terzo quarto, ma il Lecce ha la forza di tornare avanti di 10 punti (57-67 sulla terza sirena). I padroni di casa riaccendono la speranza nel finale (71-75 al 39’), ma non basta ad evitare la sconfitta.

Per l’Ostuni è la quinta sconfitta nelle ultime sette gare. Numeri che definiscono chiaramente l’involuzione di una squadra che, persa la spinta dei suoi migliori realizzatori, non riesce a trovare soluzioni alternative.

Cestistica Ostuni: Laquintana 14, Caloia 13, Cafarella n.e., Baraschi 6, Masciulli 2, Petraroli n.e., Kasongo 21, Bagordo 1, Di Salvatore 2, Vignali 14, Giannotte n.e, Semerano n.e. Coach Romano

Lupa Lecce; Malaventura 28, Quaranta 2, Paiano 8, Zezza n.e., Rizzato n.e., Sirena 20, Lasorte 4, Mocavero 14, Passante, Ferilli. Coach Rizzato.
Arbitri: Balice e Stanzione di Molfetta.

POTRESTI ESSERTI PERSO: