DSCN3827
DSCN3827
Pubblicità
Pubblicità

La Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni interrompe un digiuno che durava ormai da quattro turni e, nella settima giornata del Campionato di Serie B Nazionale, batte la Libellula Fulgor Tricase 3 set ad 1.

Non era facile venire fuori dal tunnel, anche perché la sfortuna continuava a presentare un conto piuttosto salato, con Galdi fermo ai box e rimesso in piedi con tanto di influenza. Il centralone nonostante tutto è tra i protagonisti assoluti di giornata, una diga invalicabile (6 muri), insuperabile come L’abbate (8 muri!): le torri gemelle gialloblu hanno respinto gli attacchi della Fulgor che a fine gara subisce in totale ben 20 muri. La brillante prova ostunese si arricchisce anche della vena prolifica degli altri attaccanti, tutti in doppia cifra, con capitan Taurisano (15) appena avanti a referto a Schena e Lotito (13).

È la vittoria di un PalaCeleste ed un tifo ruggenteÈ la vittoria del gruppo, capace di incassare e ripartire, di tirare fuori il meglio di sé in ogni reparto. È la vittoria dei tecnici che non si perdono d’animo mai e lavorano alacremente per curare ogni minimo dettaglio. A riprova di ciò la scelta vincente di piazzare un notevole Sabatelli come libero: il giovane sanvitese ancora una volta da sfoggio di marcata personalità e poliedricità, ricevendo con oltre il 60% di positività, ridando sicurezza ad un reparto che ultimamente aveva sofferto e che torna a sfiorare il 70% tanto con Taurisano quanto con Schena.

La gara si apre con un primo minuto di silenzio per omaggiare il commosso ricordo dell’arbitro internazionale Federica De Luca, strappata brutalmente alla vita assieme al suo piccolo Andrea nella triste vicenda commemorata durante tutta la settimana della giornata internazionale contro la violenza sulle donne dal volley pugliese.

L’avvio ostunese è devastante e coach De Giorgi è costretto a spendere entrambi i tempi tecnici a disposizione sul 15 a 5. La doppia giocata di Taurisano sigla il 25 a 15 dell’1 a 0. Nel secondo parziale l’Orthogea è costretta ad inseguire, ma a metà set i ripetuti muri di L’abbate e Galdi ribaltano gli equilibri. Nel finale l’ace di Taurisano e le giocate di Lotito portano al 25 a 20 del 2 a 0. Nel terzo set è invece la volta di Schena che si  prende i suoi sulle spalle e spezza l’equilibrio iniziale, portando i padroni di casa a +4. I salentini però non mollano e azzerano lo svantaggio costringendo Viva al doppio cambio della diagonale. Una serie di rispettivi errori al servizio e due difese super portano Tricase sull’1 a 2 (23 a 25). Nel quarto ed ultimo set è lotta colpo su colpo, la Fulgor prova a scappare sul 10 a 13, Taurisano la riprende, L’abbate mette la freccia, Galdi frantuma le velleità di rimonta col doppio muro che vale il 22 a 20, seguito dalle giocate vincenti di Schena prima e Taurisano poi: 25 a 22 e 3 a 1.

Ottime notizie giungono anche dal giovane gruppo cadetto che dalla trasferta di Taranto porta a casa la quarta vittorie in cinque gare disputate nel campionato di Serie D Regionale. Spinti da un superlativo Vinci (24 punti) i ragazzi di coach Cosimo Macelletti vincono 3 a 0 andando ad occupare la terza posizione del girone B, ad appena due lunghezze dalle salentine Racale e Lecce. 

Tabellino

Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni –Fulgor Tricase 3 a 1 (25-15/25-20/23-25/25-22)

Ostuni: Balestra 2, Sabatelli Lib (62%), Angrisano, Galdi 8, Zonno, Lenoci ne, Di Pinto (Lib. ne), Taurisano 15, Lotito 13, Schena 13, Zilli, L’abbate 11, D’Ignazio ne, Blasi. All. G.Viva; ass. R.Bianchi.

Tricase: Pellegrino D. 1, Dalmonte 18, Marzo 9, Rosafio 7, Melfi 8, Tridici 6, Bisanti (Lib. 70%), D’Alba, Pellegrino G., Sodero ne, Cassiano 4, Taurino ne, Malinconico (Lib.ne).  All. M. De Giorgi,  ass. G. Amoroso

Arbitri dell’incontro:  Angiulli Vito (primo arbitro), Mastronicola Giuseppe (secondo arbitro)

Note – Durata set 22’, 27’, 28’, 28’. Tot. 1h 45’.

Ostuni: muri vincenti 20, errori in battuta 11, ace 3, ricezione 65%, attacco 34%

Tricase: muri vincenti 8, errori in battuta 20, ace 2, ricezione 56%, attacco 34%