DSCN1177
DSCN1177
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

La Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni torna con un punto dalla trasferta lucana che l’ha opposta ai padroni di casa della Giocoleria Virtus Potenza nella 22ª giornata del Campionato di Serie B Nazionale.

In una sua rara versione sbiadita, l’Orthogea soffre e offre una gran brutta prestazione in una serata decisamente storta. Poco mordente, poca brillantezza, poca di quella determinazione e concentrazione che fino ad oggi ha contraddistinto l’Ostuni a fronte di una Virtus che ha sfoderato una partita concreta.

La vetrata del PalaPergola regala una bella finestra con vista cittadina e nel primo set è lotta punto a punto. L’equilibrio iniziale si rompe sul doppio graffio di Costa che prima realizza e poi mura. Un attacco lungo manda poi l’Ostuni avanti 5 a 8 al primo tempo tecnico. Il buon momento ostunese si protrae al ritorno in campo ed il vantaggio verso la seconda sosta si amplia prima di ridursi ad un paio di punti (14-16) grazie agli attacchi vincenti di Sette (miglior realizzatore con 33 punti) e a piccole sbavature ostunesi. Nacci entra a servire, ma il tesoretto di tre punti dilapidato porta al 17 pari che costringe mister Viva a chiedere tempo. Ci vuole un altro acuto di Costa per spedire a -2 gli avversari e dunque arriva il timeout chiesto da mister Marano sul 18 a 20. La musica non cambia e la Virtus richiama la squadra ai box sul 19 a 22, come l’Ostuni con la Giocoleria ad accorciare sul 21 a 23. Finale nel segno dell’equilibrio con i padroni di casa a tenere duro e ad annullare due palle set prima del sorpasso 24 a 25: A.Polignino in campo, D’Amico annulla il setpoint potentino, Hoxha quello ostunese ma la doppia firma di Taurisano manda i gialloblu sul 26 a 28 che vale lo 0 a 1.

L’avvio del secondo set è tutto del Potenza, che prova a fuggire sul 6 a 4, Viva allora manda in campo la diagonale Semeraro – D.Polignino ma alla prima pausa è 8 a 4. Sul 10 a 5 l’Orthogea sostituisce anche le bande con A.Polignino e Nacci in campo. Torna la diagonale titolare ma i gialloblu sono irriconoscibili, tanto da meritare l’impietoso 16 a 9 della seconda sosta tecnica. Nonostante le sostituzioni l’Ostuni continua ad essere imprecisa, troppo brutta per essere vera, l’accenno di rimonta spinge la Virtus al timeout sul 19 a 14 ma al ritorno in campo gli errori proseguono e Potenza sul velluto fa 25 a 17 e 1 a 1.

Nel terzo frangente i mister Viva e Bianchi ripropongono il sestetto partito titolare e, pur soffrendo inizialmente, i gialloblu tornano a giocare limitando gli errori portandosi sull’8 a 5 al primo stop, un buon margine confermato a metà set, quando la Virtus chiede timeout sotto 9 a 13, ed al secondo tempo tecnico con l’Orthogea avanti 12 a 16. Gli ospiti tengono il buon ritmo mostrato e proseguono il proprio monologo forti di un Costantino sugli scudi (19 punti) e delle difese di Ciccio D’Amico, 17 a 25 e 1 a 2.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Nel quarto parziale l’Ostuni parte forte ma dal 1 a 5 si trova in svantaggio 6 a 5. Ecco dunque in campo capitan Semeraro ma è 8 a 7 Virtus. Polignino e Taurisano si avvicendano ma la ricezione continua a soffrire, il muro resta piuttosto scomposto e la Virtus fugge via abile, alzando l’asticella del proprio rendimento passando dal 16 a 10 e centrando il 25 a 15 che vale il 2 pari.

Al tiebreak l’inerzia del match continua a pendere verso i padroni di casa in vantaggio 8 a 6 al cambio campo e sul timeout ostunese chiesto sul 6 a 11. La scossa non arriva e gli ospiti tirano i remi in barca subendo il 15 a 8 che chiude definitivamente i giochi dopo oltre due ore di gioco.

POTRESTI ESSERTI PERSO...