N.P. STABIA      85

CEST.OSTUNI   82

Dopo 2 tt.ss.

 (15-22; 42-41; 56-55; 74-74; 80-80)

Nuova Polisportiva Stabia: Del Sorbo, Manzo 2, Incarnato 20, Mascolo 18, Donnarumma 8, G. Marino 8, Somma 19, I. Marino 3, Massimino 7. Coach: Zurolo

Cestistica Ostuni: Orlando 11, Angelini 14, Marseglia 8, Percan 14, Menzione 18, Caloia 10, Tanzarella 3, Perugino 2, Assentato 2, Morena n.e.. Coach: Vozza.

E sono dieci. Dieci sconfitte consecutive che parlano da sole e che testimoniano una crisi infinita. La Cestistica riesce anche nell’impresa di consentire alla Nuova Polisportiva Stabia di conquistare i primi due punti della stagione. Una squadra che finora aveva conosciuto solo sconfitte, peraltro in linea con le previsioni di inizio stagione e con una squadra imbottita di tanti giovanissimi.

E a poco importa se la sconfitta è arrivata dopo due tempi supplementari e dopo che per ben due volte Percan aveva salvato i suoi compagni dando la speranza del supplementare.

Alla fine la spunta lo Stabia con una tripla di Massimino sulla sirena che vale la prima (e forse l’unica) vittoria stagionale. Per la Cestistica è sempre più buio. Domenica arriva il Potenza, fanalino di coda insieme allo Stabia. A questo punto tornare alla vittoria diventa anche una questione di dignità.

 

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: