Cestistica Ostuni: Malamov 14, Angelini 2, Morena 22, Marseglia 5, Menzione 13, Percan 12, Caloia 16, Tanzarella 6, Perugino, Assentato. Coach: Vozza.

Nuova Polisportiva Stabia: Del Sorbo 7, Manzo, Incarnato 3, Mascolo 18, Donnarumma 5, G. Marino 6, Somma 19, I. Marino 17, Massimino 3. All. Zurolo

Arbitri: Conterosito di Matera e Dimonte di Bernalda

Cestistica Stabia Il risultato non inganni. La Cestistica ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per domare la Nuova Pallacanestro Stabia e conquistare la seconda vittoria consecutiva. Con il tempo arriverà anche il bel gioco, ma quello che contava era sicuramente mettere in cascina altri due punti e rimanere nel gruppo delle migliori squadre del girone.

Dopo la vittoria sul campo dell’Agropoli, la Cestistica sera attesa alla conferma delle note positive fatte registrare in Cilento.

Contro la giovanissima formazione campana coach Vozza chiede un passo in avanti verso la migliore condizione.

L’avvio per la verità non è dei migliori per i padroni di casa costretti ad inseguire i giovani avversari sin dalle prime battute. Ci pensa capitan Morena con tre bombe consecutive a portare avanti la Cestistica. Gli ospiti resistono, tornano anche in vantaggio per poi cedere sotto i colpi di Tanzarella (due triple di fila). Il 25-20 con il quale si chiude la prima frazione è lo specchio di una gara tra difese piuttosto allegre. La musica non cambia nel secondo quarto, con i padroni di casa sempre avanti, ma con grosse difficoltà nella fase difensiva. Si va al riposo lungo con il punteggio di 43-35 e nell’intervallo Beppe Vozza ha tanti appunti sul proprio taccuino soprattutto nella fase difensiva.

Nel terzo quarto la Cestistica sembra poter prendere il largo, ma l’impressione è sbagliata. Il +11 confezionato con una tripla di Percan illude i padroni di casa che mollano in difesa subendo il ritorno degli ospiti. L’ultima frazione si apre con i padroni di casa avanti di soli 3 punti, vantaggio annullato nel giro di 2’ da Somma che porta di nuovo avanti gli ospiti (63-64). Poi vengono fuori i valori. Malamov, Menzione e Morena spengono l’effervescenza dei campani e mettono in cassaforte la vittoria. E domenica prossima si viaggia a Potenza alla ricerca del tris.

POTRESTI ESSERTI PERSO: