Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

La Cestistica Ostuni archivia, non senza patemi, la pratica Barletta e accede al secondo turno di playoff, in cui incontrerà la Diamond Foggia, che ha espugnato Fasano ed eliminato 2-0 la Technoacque. Al PalaMarchiselli i ragazzi di coach Vozza hanno dominato i biancorossi di casa per tre quarti di partita, per poi pagare la stanchezza nell’ultimo periodo, quando Barletta ha recuperato da -16 a -1. Ma una difesa arcigna, un canestro di Morici e la freddezza in lunetta di capitan Morena hanno permesso ai gialloblù di uscire vittoriosi evitando la ‘bella’ di domenica prossima.

Ancora senza Caloia e Menzione, la Cestistica ha potuto contare su una prestazione clamorosa di Nicolas Morici, autentico dominatore: il ventenne argentino, schierato ancora titolare nel ruolo di ala forte, è stato quasi perfetto al tiro (7/8 da 2, 3/3 da 3), ma soprattutto ha messo a segno il canestro decisivo nel finale, quando Barletta si era rifatta sotto sfiorando anche il sorpasso nell’ultimo minuto. Al suo fianco, un Morena grintoso sotto i tabelloni e chirurgico dalla lunetta (12/12) e il solito concretissimo Paulinho Motta.

I biancorossi di casa, privi di Vorzillo (in panchina in stampelle per l’infortunio rimediato a Ostuni in gara 1) e con Onetto in condizioni precarie per un problema alla schiena, soffrono per larga parte del match il maggiore spessore tecnico ostunese. Sono soprattutto i lunghi a soffrire l’esuberanza offensiva di Morici, che segna 8 punti già nel primo quarto (17-23 per gli ospiti). Ostuni difende bene e attacca con parsimonia: nel secondo quarto è Marseglia a tirare la carretta (8 punti in un amen), oltre allo stesso Morici che segna due triple: all’intervallo il vantaggio è sulla doppia cifra (41-31).

Nel terzo periodo, un altro strappo gialloblù, con due canestri di Morena e una tripla di Marseglia: Barletta, tenuta a galla da un’ottima prova del giovane Balducci (14 punti) e da un eroico Diego Onetto (24 con tre triple), sembra destinata a soccombere, sul -16 alla penultima sirena. Ma nei playoff le partite sono sempre diverse dal normale: la gara si innervosisce, volano i contatti proibiti, e i gialloblù, sulle gambe per le rotazioni limitate, iniziano a soffrire il gioco fisico dei padroni di casa, che con Degni sugli scudi mettono a segno un parziale di 17-2 e arrivano fino a -1 (66-67 a un minuto e mezzo alla fine).

Due tiri liberi di Morena e uno di Marseglia riportano Ostuni avanti di 4, Onetto risponde con una tripla ancora per il -1 (69-70), ma la difesa di nuovo aggressiva, un canestro fondamentale di Morici e un fallo tecnico a coach Degni riportano il match sui binari giusti per la Cestistica, che chiudono a +7 grazie ai 4 tiri liberi di Morena a 14 secondi dal termine. Ora coach Vozza avrà 10 giorni di tempo per preparare al meglio la semifinale contro Foggia (gara 1 è in programma domenica 18), per quella che sarà una finale anticipata, tra le due squadre forse più attrezzate dell’intero tabellone playoff.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

La Diamond, che a Dell’Aquila, Padalino e Donelson ha recentemente aggiunto l’altro americano Hudson, ha liquidato in due gare la Technoacque Fasano. Per Morena e compagni, un cliente scomodissimo: ma il ritorno di Menzione e Caloia, ad aggiungersi a un gruppo che, dall’arrivo di Paulinho Motta, non ha più perso una partita (10 vittorie di fila). Ma a fare la differenza, oltre ai giocatori in campo, potrà essere solo il pubblico del PalaGentile.

Cestistica Barletta – Cestistica Ostuni 69-76.

TABELLINO
BARLETTA: Di Renzo, Degni 15, Vitobello, Balducci 14, Onetto 24, Marinacci 12, Rizzi NE, Marino NE, Auricchio 4, Gatta. Coach: Degni.
OSTUNI: Lanzilotti NE; De Leonardis 5 (2/8 da 2, 0/1 da 3, 1/2 tiri liberi, 5 rimbalzi, 2 recuperi); Morena 19 (7 rimbalzi, 2/3 da 2, 1/6 da 3, 12/12 tiri liberi, 2 assist, 5 perse); Marseglia 14 (4/5 da 2, 1/4 da 3, 3/4 tiri liberi, 5 rimbalzi, 2 assist, 3 recuperi, 7 perse); Morici 25 (7/8 da 2, 3/3 da 3, 2/2 tiri liberi, 2 rimbalzi, 3 recuperi, 3 assist, 2 stoppate); Tanzarella 3 (1/2 da 3); Argentiero 2 (1/1 da 2, 0/5 da 3, 4 rimbalzi, 2 recuperi, 5 perse); Motta 8 (4/9 da 2, 4 rimbalzi, 2 recuperi). Coach: Vozza.

POTRESTI ESSERTI PERSO...