Sarà riattivato entro la metà di gennaio 2023 il Centro Dialisi dell’ospedale di Ostuni. A darne notizia il direttore della Struttura complessa di Nefrologia del Perrino di Brindisi, Luigi Vernaglione, che nei giorni scorsi ha partecipato a una riunione nella sede della direzione generale della Asl con medici, tecnici e rappresentanti regionali dell’Aned (Associazione nazionale emodializzati, dialisi, trapianto).

All’incontro erano presenti il direttore generale della Asl Flavio Maria Roseto e il direttore dell’Area tecnica, ingegner Sergio Maria Rini, il componente del Collegio nazionale probiviri Aned, Michele Amati, il segretario regionale Aned Puglia Antonio Giacovelli e una rappresentante dei pazienti di Ostuni Carmen Palmisano.

“Il centro di Ostuni – spiega Vernaglione – ha sospeso temporaneamente il servizio di emodialisi a ottobre. I lavori di ristrutturazione, che prevedono anche impianto tv e wifi e l’adeguamento alle normative vigenti, hanno comportato un trasferimento provvisorio dei pazienti emodializzati nei centri vicini. I referenti Aned e la rappresentante dei pazienti di Ostuni hanno sottolineato i disagi degli utenti e i timori di tempi lunghi per l’ultimazione dei lavori, pur apprezzando la decisione di migliorare il centro per garantire la continuità del servizio sul territorio e la massima qualità ed efficienza del trattamento dialitico”.

Dopo le rassicurazioni sulla ripresa a breve del servizio i rappresentanti di Aned Puglia hanno ringraziato la Asl “per aver compreso appieno le richieste dell’associazione, venendo incontro alle esigenze di pazienti che effettuano un trattamento salvavita, quale è la dialisi, fortemente impattante su pazienti e familiari”.