Emergenza Covid-19 in provincia di Brindisi, il report aggiornato al 13 febbraio

Volantino Spazio Conad Mesagne

Emergenza Covid-19 e attività di sorveglianza nella provincia di Brindisi, il report aggiornato al 13 febbraio

Aggiornamento settimanale dei dati sull’emergenza sanitaria nell’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia del Dipartimento di Prevenzione della Asl, elaborato su fonte dati Sorveglianza integrata dei casi di Coronavirus Covid-19 in Italia – Istituto Superiore di Sanità. I casi comprendono i positivi accertati con tamponi molecolari e antigenici certificati. 

Alla data del 13 febbraio 2022 risultano positivi 5.115 soggetti, il 46,1% uomini e il 53,9% donne, con età media di 36 anni. I positivi sono così suddivisi per fasce di età: 1.681 nella fascia 0-18 anni, 2.773 tra 19-64 anni, 405 tra 65-79 anni, 256 negli 80 e oltre. L’ultimo aggiornamento sullo stato di salute degli attualmente positivi descrive il 76,2% dei soggetti asintomatici, il 12,2% paucisintomatici, il 10,8% con sintomatologia lieve, lo 0,7% severi e lo 0,1% critici.

Per quanto riguarda la distribuzione per Comune i positivi sono 1.227 a Brindisi, 502 a Fasano, 422 a Mesagne, 356 a Ostuni, 325 a Oria, 286 a Francavilla Fontana, 250 a Ceglie Messapica, 226 a San Vito dei Normanni, 222 a San Pietro Vernotico, 197 a Carovigno, 187 a Latiano, 142 a San Donaci, 140 a Cellino San Marco, 125 a Villa Castelli, 105 a San Pancrazio Salentino, 100 a Torre Santa Susanna, 93 a San Michele Salentino, 74 a Cisternino, 72 a Erchie, 64 a Torchiarolo. I Comuni della provincia di Brindisi con i maggiori valori di incidenza cumulativa sono, nell’ordine, Torchiarolo, Oria, Brindisi, Cellino San Marco. 

Nel periodo compreso tra il 24 febbraio 2020 e il 13 febbraio 2022, i soggetti risultati positivi al test sono stati 64.301, con una incidenza cumulativa stimata pari a 1.647 casi x10.000 residenti; si registra una diminuzione dei casi da valutare nelle prossime settimane. Dei 64.301 soggetti risultati positivi al test, il 52,8% sono donne e il 47,2% sono uomini e l’età media è pari a 38 anni.

Il tasso di letalità è pari allo 0,8%. All’aumentare dell’età si osserva un incremento di tale tasso, mentre nella fascia 0-29 anni non si registrano decessi. Sono 493 i decessi totali: 396 casi tra persone che hanno tra 70 e 90 anni e più; 60 tra i 60 e i 69 anni, 26 casi tra i 50 e i 59, 8 casi tra i 40 e i 49, e 3 nella fascia 30-39.

Continua a leggere su OstuniNotizie.it