Il personale della Capitaneria di Porto ha recuperato in mare in una caletta tra gli scogli di località Creta Rossa, poco a sud di Villanova di Ostuni, il corpo senza vita di un pensionato di 87 anni, di San Donaci, Antonio Guerrieri.

Il personale della Capitaneria di Porto ha recuperato in mare in una caletta tra gli scogli di località Creta Rossa, poco a sud di Villanova di Ostuni, il corpo senza vita di un pensionato di 87 anni. Il personale della Capitaneria di Porto ha recuperato in mare in una caletta tra gli scogli di località Creta Rossa, poco a sud di Villanova di Ostuni, il corpo senza vita di un pensionato di 87 anni, di San Donaci, Antonio Guerrieri. L’allarme era stato dato dai parenti.

Nella mattinata odierna l’anziano aveva lasciato la moglie sulla spiaggia per bagnarsi, ma non è più tornato a riva. Sono scattate le ricerche, per mare con una motovedetta della Guardia Costiera uscita da Brindisi, e via terra con una pattuglia della polizia municipale di Ostuni, e con equipaggi della polizia e dei carabinieri, che hanno perlustrato le calette della zona. Il corpo è stato localizzato infine non lontano dal punto in cui la vittima era entrata in mare, ed è stato trasportato nel porto di Villanova dalla stessa motovedetta, a per essere messo a disposizione del magistrato di turno alla procura. Si ritiene che il decesso dell’anziano sia dovuto ad un malore causato anche dall’alta temperatura, e dal successivo contatto con l’acqua (una reazione nota come idrocuzione).

“La nostra motovedetta era già in zona per i servizi di controllo sulla sicurezza della navigazione – spiega il comandante della Capitaneria di Porto, capitano di vascello Salvatore Minervino –  nel momento in cui ci è giunta la nota per le ricerche. Il corpo, quando lo abbiamo recuperato, non era in acqua da molto. Lo abbiamo consegnato all’equipe del 118 in attesa a Villanova, quindi non posso esprimermi sulle cause della morte”

POTRESTI ESSERTI PERSO: