La Volante della Polizia
La Volante della Polizia
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Lavora in nero in un cantiere nel materano e dice di essere caduto in casa, la Polizia smaschera un infortunio sul lavoro.

Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni. In stretta sinergia con le direttive rese dal Questore di Brindisi, Dottor Maurizio Masciopinto, finalizzate alla prevenzione e repressione dei reati in generale ed, in special modo, di quelli che ledono ed offendono la persona, nei giorni scorsi, i poliziotti della sezione investigativa del Commissariato, all’esito di complessa attività d’indagine, hanno chiuso il cerchio su una sospetta caduta accidentale domestica di un uomo del posto che, gli attenti accertamenti hanno invece svelato essere un grave infortunio sul posto di lavoro.

I due denunciati, G.C., classe 1983 e B.S., classe 1954, entrambi residenti in Cisternino dovranno rispondere, il primo, di lesioni personali colpose commesse con violazione delle norme nella prevenzione degli infortuni sul lavoro; il secondo, di favoreggiamento personale, avendo reso agli inquirenti dichiarazioni false volte a depistare le indagini. Nel corso della giornata del 10.05.2017, il personale del Posto Fisso di Polizia dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce avvisava telefonicamente che era lì giunto, un uomo residente in Ostuni, il quale, a seguito degli accertamenti sanitari, veniva ricoverato in Prognosi Riservata, con un pluri-traumatismo diffuso ed la frattura del bacino, delle costole, della clavicola ed una sospetta lacerazione della milza.

I conseguenti ed immediati accertamenti avviati dalla Polizia per fare chiarezza sulla vicenda, hanno chiarito che il soggetto, giunto in modo autonomo al pronto soccorso di Ostuni, aveva dichiarato di essersi procurato i gravi traumi a causa di un “incidente domestico” ed, in particolare, di “essere caduto da una scala dall’altezza di 3 mt”. Al fine di comprendere cosa fosse realmente accaduto, gli agenti del Commissariato di Ostuni hanno effettuato  un accurato sopralluogo in casa constatando che tutto all’interno era in ordine, escludendo sia eventuali cause violente sia che l’immobile fosse interessato da lavori.

Ulteriori approfondimenti, hanno consentito di individuare i due soggetti che, contrariamente a quanto dichiarato dalla vittima, avevano accompagnato l’uomo in ospedale, facendola salire sul loro mezzo di lavoro. I due, ascoltati dai poliziotti, hanno fornito una versione in tutto coincidente e preconfezionata ad hoc, ma falsa. Gli indagati hanno dichiato di aver soccorso l’ostunese nei pressi della sua abitazione, dove era stato rinvenuto dolorante ad una gamba, seduto sui gradini della rampa della scala d’ingresso e, pertanto, accompagnato da loro in ospedale. Un racconto solo ed esclusivamente indirizzato a sottrarsi alle responsabilità penali connesse al grave infortunio, avvenuto invece su di un cantiere edile di proprietà dei 2 cistranesi.

L’ascolto di altri testimoni ha permesso di appurare che l’infortunato aveva riportato le gravi lesioni in seguito ad una brutta caduta sul posto di lavoro da ben 4 metri, mentre lavorava in qualità di imbianchino, in località Marina di Pisticci, ed “in nero” alle dipendenze dei 2 indagati.  Le indagini proseguono in sinergia con il Commissariato di P.S. di Pisticci nonché con l’ Ispettorato Territoriale del Lavoro di Matera ed l’ASL – Servizio di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro.

L’Ostunese versa, tuttora, in prognosi riservata, presso l’Ospedale Vito Fazzi di Lecce. I servizi di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato proseguiranno nei prossimi giorni al fine di garantire la sicurezza generale in una sempre maggiore e più diffusa ottica di collaborazione con le Istituzioni da parte della cittadinanza.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Comunicato Stampa Polizia di Stato di Ostuni

 

 

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...