Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo acconsentito all’approvazione del bilancio solo perchè non abbiamo voluto tradire il mandato affidatoci dai nostri elettori, ma l’aumento della pressione fiscale conseguente all’approvazione della Tasi e della Tari è una manovra imputabile solo e soltanto all’amministrazione Coppola“.

E’ deciso l’attacco del Psi e delle liste civiche che fanno riferimento all’ex primo cittadino, Domenico Tanzarella all’esecutivo guidato dal sindaco Gianfranco Coppola: “Forse il sindaco pensa di essere ancora in campagna elettorale ma si sbaglia e noi non faremmo mai da stampella al suo esecutivo“.

Immediata la replica del coordinamento del centro destra, affidata a Ernesto Camassa, dai banchi del movimento “Noi Ora”:

La compattezza della coalizione guidata da Gianfranco Coppola è frutto del grande senso di responsabilità verso la comunità ostunese ed è sempre stato questo il valore che ha caratterizzato il nostro agire comune. Dopo una naturale fase di “assestamento” ora quel cambiamento già iniziato e dai noi indicato come obiettivo primario della nostra azione politico-amministrativa, sarà sempre più visibile e avvertito concretamente dai cittadini ostunesi passando anche attraverso alcune priorità fondamentali, come la riorganizzazione dell’Ente e il completamento di alcune importanti opere pubbliche.”

E Camassa elenca i progetti verso i quali l’Amministrazione Coppola sta rivolgendo le maggiori attenzioni: “Le “case popolari”; il rondò sulla provinciale per Torre Pozzelle; l’impianto di illuminazione su viale Oronzo Quaranta; il restyling di viale Pola; la gestione della 167; la valorizzazione del porto turistico di Villanova, lo sviluppo delle zone artigianali; il rilancio del piano di raccolta differenziata. Faro del nostro agire: etica e responsabilità“.