Gianfranco Coppola al Voto
Gianfranco Coppola al Voto

A giugno in pochi s’immaginavano la mia vittoria. Il mio insediamento ha già portato un primo cambiamento dopo tanti anni. Contemporaneamente è iniziato un percorso di riorganizzazione della macchina amministrativa. I cambiamenti sono avvenuti in uffici importanti affinché si possa garantire la massima trasparenza. Intanto non abbiamo aumentato la Tasi, come uno dei primi provvedimenti. L’abbiamo mantenuta all’1per mille. Il dato nazione è dell’ 1,9. Non abbiamo trovati dei buchi nel bilancio. Ma le casse comunali sono vuote. Per programmare l’attività futura abbiamo bisogno  di reperire risorse  e ci stiamo già attivando.

La Video Intervista

Insediamento Gianfranco CoppolaDa più parti ed in più circostanze è stata invocata chiarezza sul presunto accordo tra la sua coalizione ed il PD  ostunese. Quale è la sua versione ?

Non vedo il grande clamore suscitato in questi giorni, per ultimo durante l’approvazione del bilancio. Sono cosciente che non ho una maggioranza numerica, per cui si è avviato un dialogo con alcune forze all’interno del consiglio comunale. E dal Partito Democratico sono arrivati i primi segni di responsabilità politica. Ma non c’ è nessun accordo politico.

Porte chiuse da parte sua al Partito Socialista ed alle liste civiche che fanno riferimento all’ex sindaco Domenico Tanzarella?

Da parte mia non c’è nessuna chiusura pregiudiziale. Ma, almeno per il momento, non vedo nessun segnale che possa portare ad un confronto costruttivo

Durante la sua campagna elettorale, ma anche nel recente  dibattito politico,  tra i vari temi trattati vi sono due problematiche parecchio sentite dagli ostunesi: zona artigianale e porto turistico di Villanova. Ad oggi quali sono le prospettive in merito ?

Per  la zona artigianale i tempi saranno strettissimi. Dobbiamo sfruttare questa legge regionale. Verrà nel giro di qualche settimana effettuata la perimetrazione dell’area. Invito coloro i quali ancora non hanno fatto pervenire le richieste ad accelerare le procedure. Certo i cittadini saranno costretti a pagare delle somme per quanto riguarda le opere di urbanizzazione. La prima rata del 50% dovrà essere pagata al termine della prima fase. Poi prevederemo delle rateizzazioni. Per il porto di Villanova la questione è complessa. Intanto in questi giorni acquisiremo il castello di Villanova. Poi si potrà pensare ad una seconda fase in cui dovrà emergere un importante sinergia tra l’amministrazione ed i privati. Tutto verrà fatto ascoltando le istanze delle associazioni del luogo.  Dovremmo valutare la possibilità d’intercettare dei fondi europei per dare il via ad una progettazione e riqualificazione dell’intera area.

Lunedì c’è stato un vertice importante in Prefettura sull’emergenza occupazionale. Come secondo Lei un’amministrazione può intervenire a riguardo ?

Avverto questa emergenza perché quotidianamente le richieste che ricevo sono in questa direzione di richiesta di posti di lavoro. I comuni per rispondere a  queste situazioni l’unica possibilità è quella di evitare di porre delle difficoltà burocratiche, sempre comunque nel rispetto della legalità. E quindi da un adeguata risposta degli uffici competenti a pratiche ad esempio di edilizia, ma anche sfruttando, attraverso un nuovo piano delle coste,  quelle possibilità lavorative legate questo settore. E mi riferisco all’individuazione di cooperative di giovani che possano servire dei servizi.

Coppola_festeggiamenti2Pochi giorni fa la città di Matera è diventata Capitale della Cultura per il 2019. Potrebbe nascere anche una piccola sinergia con la città bianca?

Certo. Anche se ho tifato Lecce in questa speciale competizione, attraverso il nostro importantissimo centro storico si potrebbero valutare delle opportunità di collaborazione.

 Quali potrebbero essere le prospettive future nel settore turistico?

Noi in questo momento come prospettiva turistica abbiamo bisogno di attrarre investimenti, anche provando ad inserirci in mercati importanti come possono essere quello Giapponese, che nelle scorse settimane si è già interessato a noi, ma anche determinante potrebbe essere farci conoscere nel mercato russo. Intanto stiamo aprendo un tavolo tecnico permanente, con gli operatori del settore per programmare le festività natalizie e individuare le priorità per  la prossima stagione turistica.