Consiglio Comunale Area Popolare
Consiglio Comunale Area Popolare
Pubblicità
Pubblicità

Nel dibattito politico interviene il consigliere e capogruppo di Area Popolare Tommaso Moro che risponde al consigliere Giuseppe Francioso.

«Non per innescare sterili polemiche ma credo necessario ricordare al consigliere Francioso che il gruppo di Area popolare circa 4 mesi fa – dichiara Tommaso Moro, capogruppo in consiglio di Ap – chiese un incontro con tutti i gruppi di maggioranza per effettuare una verifica della attività amministrativa al fine di individuare le criticità e di conseguenza stilare un programma da attuare nel breve periodo proprio nell’ interesse della città e dei cittadini». L’esponente di Ap sottolinea un altro aspetto. «Per il consigliere Francioso non era opportuno tenere questo incontro se non prima del mese di agosto come se i problemi della città devono essere risolti a scadenza prefissata e non tempestivamente». Tommaso Moro rivela anche particolari di carattere politico, che sarebbero emersi durante alcuni incontri di maggioranza tra tutti i partiti della coalizione.

«Devo inoltre ricordare a Francioso che durante un incontro con il sindaco fu proprio lui ad affermare che ogni decisione spettava al primo cittadino e che il suo gruppo– attacca Moro- si sarebbe attenuto accettando qualsiasi decisione presa da Coppola. Credo che le dichiarazioni rilasciate dicano il contrario oltre ad essere irrispettose nei confronti del sindaco; tranne che tutto non faccia parte di una strategia mirata alla rottura della coalizione che sostiene Coppola: in tal caso saranno evidenti le responsabilità che qualcuno avrà nei confronti della città». Area Popolare al momento, non dovrebbe smarcarsi dalla coalizione, pur continuando a chiedere alle forze alleate la rappresentatività, in giunta, con almeno un assessorato. «Noi continueremo a proporre soluzioni che siano condivise da tutti ribadendo la nostra correttezza e lealtà con l’unico interesse che attraverso il nostro appoggio la maggioranza così rafforzata – conclude Tommaso Moro – potrà lavorare ancora meglio per risolvere i problemi della città».