Ospedale Trapianto
Ospedale Trapianto

«Il nostro ospedale continua ad essere fortemente penalizzato: ora anche nel reparto di cardiologia sono state sospese alcune importanti attività».

Preoccupazione,  sconforto e amarezza per alcune decisioni che potrebbero aumentare l’elenco dei disagi. E’ il coordinatore cittadino di Ostuni dei Conservatori e Riformisti Giovanbattista Farina, a lanciare nuovamente l’allarme sul nosocomio della Città bianca.

Giovanbattista Farina CoR«Dal pensionamento del dirigente responsabile del reparto di Cardiologia Elio Spennati, con una unità medica in meno le problematiche sono aumentate a dismisura- denuncia Farina- in quanto i medici rimasti in servizio si vedono costretti ad un sovraccarico di lavoro notevole». Ma sarebbe un ‘altra la decisione –secondo lo stesso rappresentante dei CoR, nonché dirigente medico vicario del Pronto Soccorso di Ostuni- che starebbe penalizzando l’ospedale ostunese. «Il fatto più sconcertante è che sono stati sospesi tutti gli interventi di inserimento di Pace Maker con la motivazione dell’impossibilità a seguire tali pazienti nella fase post opertaoria vista la mancanza del medico cardiologo di reparto in guardia attiva».

Non sarebbero poche le ripercussioni di questa scelta, con gli interventi che ora verrebbero fatti al “Camberlingo” di Francavilla Fontana, anziché ad Ostuni. «Tale decisione penalizza ulteriormente il nostro ospedale insieme ai nostri cittadini costretti a recarsi in altri nosocomi per sottoporsi ad un intervento che con tutta tranquillità- dichiara Farina- potrebbe essere effettuato all’interno del reparto di Cardiologia a Ostuni. Per non parlare poi del disagio dovuto ai controlli da effettuarsi periodicamente». Il coordinatore cittadino dei CoR auspica scelte diverse per il futuro. «Alla luce di quanto esposto ritengo che nella nostra divisione di Cardiologia ci siano le professionalità giuste a cui poter affidare un incarico dirigenziale e permettere una continuità non solo medica ma anche chirurgica- spiega Farina- senza ricorrere a figure esterne sicuramente non motivate».

Francesco Semerano Coppola per il cambiamentoLe stesse preoccupazioni per la situazione che si sta verificando in queste settimane vengono manifestate dal consigliere comunale dei Conservatori e Riformisti, Francesco Semerano. «Il reparto di Cardiologia dell’ospedale di Ostuni è riconosciuto tra i più professionali e funzionali dell’intera provincia. Depontenziarlo significa aggiungere un ulteriore e grave disagio alla comunità ostunese ed a quelle delle realtà vicine, che da sempre hanno visto nei medici di quel reparto- sottolinea Semerano- un punto di riferimento importante nell’attenzione e nella cura del paziente».

Le criticità, però, in attesa del completamento della nuova ala previsto per l’estate 2017, riguarderebbero attualmente più fronti.  «Carenze di personale medico ed infermieristico in tutti i reparti e servizio, non idoneità  dei luoghi di lavoro, impossibilità ad effettuare turni di guardia attiva nei reparti e nei servizi: questi sono alcuni degli esempi- chiude Giovanbattista Farina- delle circostanze-che comportano disagi per gli operatori e per i cittadini»

Fonte Nuovo Quotidiano di Puglia