Basket Ostuni Trani
Basket Ostuni Trani

Allianz San Severo: Romano 1, Cota 15, Ricci n.e., Drca 24, Ciavarella 1, Filippini 6, Porfido 6, Serroni 28, Brunetti 2, De Fabrittiis 16. All. Coen.

Cestistica Ostuni: Orlando 5, Angelini n.e., Marseglia 4, Percan 14, Menzione 20, Caloia 12, Tanzarella 6, Assentato, Morena n.e.. Coach: Vozza.

Arbitri: Marino e Puzio.

L’Allianz batte la Cestistica e si conferma capolista solitaria del girone H della C nazionale grazie alla contemporanea sconfitta del Sarno a Benevento.

All’andata la gara fu decisa sulla sirena da una tripla di Brunetti; ieri sera, invece, per il San Severo è stata una passeggiata contro una Cestistica che è arrivata in terra dauna quasi rassegnata alla sconfitta. Clima ostile in quella che solitamente è una gara accesa in campo e sugli spalti. Aria tesa, ma situazione sotto controllo anche perché l’andamento della gara sul parquet non ha lasciato spazio a nessuna polemica.

Il parziale del primo quarto (27-10) conferma che la sfida non avrà praticamente storia. Troppo forte la formazione di casa, ma soprattutto troppo evidente la differenza di motivazioni sul parquet. Da un lato la capolista del girone proiettata verso il finale di stagione foriero di grosse soddisfazioni, dall’altro una Cestistica che cercherà di chiudere dignitosamente un campionato che sarà ricordato solo per i mille episodi sfortunati.

Il parziale con il quale si chiude la seconda frazione (58-25) è la chiara sintesi di una gara già chiusa. Inutile il tentativo di rendere meno amaro il risultato. Il tabellino dice che Menzione (20 punti), Percan (14) e Caloia (12) chiudono in doppia cifra, mentre per i padroni di casa Serroni infila la bellezza di 28 punti con la difesa ospite che non riesce a trovare alcuna contromisura.

Gli ultimi due quarti servono solo a far giocare le seconde linee e, per i padroni di casa, provare schemi che potranno tornare utili in futuro.

L’Ostuni torna a casa con l’ennesima sconfitta alla vigilia del turno di riposo imposto dal calendario.