Il Partito Democratico di Ostuni si prepara alla nuova assise cittadina

Volantino Spazio Conad Mesagne

Il Partito Democratico di Ostuni è tornato a riunirsi venerdì scorso, nella sede cittadina di viale dello Sport. Tema dell’assemblea l’inizio della nuova assise cittadina del prossimo 21-22 luglio. Di seguito vi riportiamo la nota ufficiale diramata dalla segreteria.

“Il Partito Democratico di Ostuni, nella riunione del Coordinamento cittadino del 18/07, insieme al Gruppo Consiliare, ha esaminato la situazione politica e amministrativa della città alla vigilia del primo Consiglio Comunale.

Con la prima assise del Consiglio si eleggerà l’importante carica di Presidente, la quale ha la funzione di regolamento delle riunioni e garantisce le prerogative e le funzioni assegnate dalla legge alla principale Istituzione eletta dai cittadini.

Il Presidente del Consiglio Comunale ha quindi una funzione di garanzia e di coordinamento fra tutti i consiglieri comunali e le forze politiche rappresentate in Consiglio.

Il Partito Democratico è il partito più suffragato in città sia nelle recenti consultazioni politiche per il rinnovo del Parlamento Europeo, sia nel voto amministrativo per il rinnovo del Consiglio Comunale: per il consenso ricevuto dai cittadini riteniamo doveroso mettere a disposizione dell’intera assise comunale la candidatura di un proprio consigliere per ricoprire la carica di Presidente del Consiglio.

Con responsabilità e spirito di servizio il PD di Ostuni propone per tale ruolo il consigliere Angelo Melpignano che, oltre ad essere il consigliere eletto più suffragato, ha già ricoperto la carica di Presidente del Consiglio Comunale, dimostrando equilibrio, capacità di garanzia per ogni singolo consigliere e per le funzioni di indirizzo del Consiglio, nonché per le responsabilità di governo cittadino del Sindaco e della Giunta Comunale.

In un Consiglio Comunale in cui il Sindaco eletto e la sua giunta sono privi di una maggioranza consiliare ogni atto e deliberazione saranno assunti sulla base di valutazioni e discussioni approfondite che esaltino la funzione del Consiglio e il diritto di ogni gruppo e consigliere a partecipare al processo decisionale con pari dignità nell’esprimere le proprie valutazioni: in tale contesto politico sarà maggiormente necessario che la massima funzione di garanzia istituzionale possa essere svolta con autorevolezza e con equilibrio, ben oltre gli schieramenti elettorali.

La proposta che il PD avanza nel rendere disponibile al confronto con tutti la candidatura di Angelo Melpignano potrà essere, da un lato, l’occasione per avviare i primi passi di quel processo di costruzione di un nuovo centrosinistra dopo la netta chiusura di un lungo ciclo di Governo della città decretata dal corpo elettorale: processo che ha bisogno di alimentarsi di nuovi orizzonti programmatici e di nuovi protagonisti, come il PD ha già autonomamente cominciato a fare, su basi nuove e in un dialogo alla luce del sole a cominciare proprio dal Consiglio Comunale, dove le posizioni dei Partiti saranno illustrate pubblicamente alla città.

D’altro canto, la nostra proposta é rivolta anche allo stesso schieramento di Centro Destra, in un confronto trasparente e rispettoso del voto popolare che ha visto quella coalizione sconfitta pur nella netta affermazione del proprio candidato Sindaco. Toccherà al Sindaco Coppola e alla sua coalizione di minoranza esprimere con onestà tale insufficienza in Consiglio Comunale e valutare la proposta avanzata dal PD, in assoluta autonomia e trasparenza, come l’occasione per fare del Consiglio la sede istituzionale della definizione delle scelte più significative dei prossimi mesi, nel rispetto dei ruoli assegnati dagli elettori, mossi dall’unica ambizione di fare il bene della nostra città”.

Continua a leggere su OstuniNotizie.it