Giovanni Zaccaria
Pubblicità
Pubblicità

La delibera passa, restano però le critiche. In particolare su alcune dinamiche amministrative, tra cui la gestione della Polizia Locale.

Polemiche nella maggioranza che governo Palazzo S. Francesco nella Città Bianca, durante l’ultimo consiglio comunale: Ostuni Futura si astiene dalla votazione per l’assestamento di bilancio. La delibera passa, restano però le critiche. In particolare su alcune dinamiche amministrative, tra cui la gestione della Polizia Locale.

E su questo aspetto critiche da parte del presidente del consiglio comunale, Giovanni Zaccaria, esponente di Ostuni Futura. «Una dichiarazione di scuse pubbliche alla città. C’è solo da chiedere scusa alla città. Visto che non lo fa nessuno degli assessori responsabili di queste situazioni, lo faccio io a nome del mio gruppo. Noi siamo stati leali con la maggioranza prima e dopo le primarie. E continueremo ad esserlo.

Non abbiamo mai fatto mancare il nostro sostegno. Le scuse le faccio io ad Ostuni: una città turistica non può avere una carenza così come si registra oggi, in riferimento alla Polizia Locale, quando siamo al termine del mese di luglio. L’esito dei concorsi lo avevo già dato preventivato da tempo, e detto più volte nelle riunioni di maggioranza che qualcosa non andava. E’ lo stesso bando del 2016 . Abbiamo, poi, avuto la fortuna di avere altri comuni hanno fatto ricorso ad altre graduatorie. Noi arriviamo sempre ultimi.

Gli assessori competenti al ramo dovrebbero chiedere scusa alla città. Lo faccio io. E mi assumo la responsabilità». Ostuni Futura, però, pur astenendosi in questo consiglio comunale, ha comunque manifestato lealtà all’amministrazione Cavallo. Critiche su più fronti giunte dall’opposizione. «Sulla gestione della Polizia Locale stiamo assistendo ad una mancata garanzia dei servizi essenziali per la comunità. In passato c’erano vigili urbani che facevano turni anche di notte. Ora invece nulla di tutto questo. E’ giusto che voi chiediate scusa, un personale ridotto in queste condizioni. A questo poi davvero faccio fatica a comprendere il procedimento farraginoso per la scelta del nuovo comandante dei vigili urbani». Così l’ex sindaco di Ostuni e consigliere dell’area socialista Domenico Tanzarella.