Intervista al candidato alla primarie del centrodestra Guglielmo Cavallo. Si vota domenica 17 marzo 2019 presso la biblioteca comunale di Ostuni dalle 8.00 alle 22.00.

Le Primarie si svolgeranno domenica prossima 17 marzo 2019 dalle ore 8.00 alle ore 22.00 presso la Biblioteca Comunale di Ostuni, potranno votare tutti i cittadini maggiorenni di Ostuni. Per votare non si pagherà nessuna quota è tutto rigorosamente gratuito. Basterà esibire un documento d’identità riconosciuto.

Guglielmo Cavallo una scelta combattuta la sua, quella di partecipare alle primarie. Cosa è stato poi determinate, per accettare le richieste dei partiti e movimenti che avevano avanzato la sua candidatura?

«Come sempre nella mia vita, è stata decisiva l’amicizia. Insieme ad alcuni amici storici e agli amici di Obiettivo Comune abbiamo valutato le primarie come un’opportunità per non disperdere il patrimonio di risorse che il centrodestra ha espresso negli ultimi anni».

Quali sono le priorità del suo programma elettorale?

«Dobbiamo continuare nell’azione di recupero e realizzazione di opere pubbliche. Abbiamo posto l’attenzione sulle opere incompiute dell’epoca Tanzarella. Adesso occorre dedicarsi ulteriormente alle strade urbane e rurali, alla manutenzione straordinaria degli altri impianti sportivi, a rendere la villa Comunale più accogliente, a fornire anche le contrade dei servizi primari quali acqua e fogna e a riqualificare l’importante zona marittima. E’ fondamentale valorizzare ulteriormente le iniziative che in questi anni hanno dato lustro alla nostra città, dal festival Pianostuni ad Alìa, fino ai progetti che tendono a destagionalizzare i flussi turistici: da Passione, e le esperienze espositive come quella di Picasso e quella di Warhol in cantiere. La programmazione turistica, poi, comporta anche l’implementazione di servizi che solo grazie al confronto con gli operatori del settore potranno essere efficienti per mantenere la rotta giusta».

Dopo le primarie, che fase politica si aprirà nel centrodestra ostunese?

«Intanto spero in un buon successo delle primarie, auspico che si svolgano con lealtà e che le forze politiche che non si riconoscono nel centrodestra, restino fuori dalla contesa. Dal 18 marzo si aprirà un’ulteriore fase di confronto per la definizione del programma politico amministrativo. I cittadini, il 26 maggio, dovranno decidere fra due opzioni: il ritorno di protagonisti logorati da 40 anni di politica o un progetto rinnovato con persone competenti e ricche di entusiasmo».

Non sono state settimane semplici, le ultime dell’amministrazione Coppola. Cosa è mancato all’ex maggioranza, dal punto di vista politico, per evitare la chiusura anticipata della consiliatura?

«Purtroppo quando alle giustificate istanze politiche si associano posizioni personali che nulla hanno a che vedere con l’impegno amministrativo, si arriva a mettere in difficoltà l’unità del gruppo. Ho da sempre avuto fra le mie priorità la salvaguardia di quella unità per la quale mi sono battuto e continuerò a farlo».

Lei ed il suo movimento Obiettivo Comune avete sempre invocato, appunto, l’unità del centrodestra. Dovesse risultare vincitore, alle primarie, sarebbe pronto a riaprire un dialogo con altre aree dell’ultima maggioranza, dall’ex sindaco Coppola, ai rappresentanti di Puglia Popolare e Noi Ora?

«Il dialogo si riapre sui temi che ci stanno a cuore e sui valori di riferimento. Non mi interessano discussioni che vertono sulle persone. Sarà benvenuto chi si riconosce nell’impianto programmatico del centrodestra e vorrà dare un contributo in termini di proposte e idee».

Rivedi qui il confronto a cura di Flavio Cellie

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.