L’esponente del movimento civico Uniti per Ostuni invita il Commissario Prefettizio ad annullare il decreto sulla nomina del nucleo di valutazione firmato dall’ex sindaco Coppola.

Riceviamo e Pubblichiamo

In data 06/02/2019, l’ex Sindaco sig. Gianfranco Coppola ha firmato il decreto n. 2. Con tale atto, incurante dell’ormai avvenuto scioglimento del consiglio comunale, ha riconfermato i vecchi componenti del nucleo di valutazione. L’ atto presenta evidenti profili di illegittimità ed ovvi problemi di natura politica. Si resta basiti nel leggere la grottesca motivazione del decreto sottoscritto.

Da oltre dieci mesi, infatti, il nucleo di valutazione era scaduto ed il sindaco, come suo solito, non aveva provveduto al rinnovo dello stesso. Ma vi è di più. Solo nel mese di luglio 2018, con notevole ritardo, veniva pubblicato l’avviso finalizzato alla selezione dei candidati interessati ad essere nominati componenti del nucleo di valutazione. Si legge che sono pervenute numerose domande ma che la fase istruttoria risulta essere ancora in corso. Il decreto del sig. Gianfranco Coppola, orbene, è lesivo dei diritti di tutti coloro che hanno presentato la domanda, ritenuta dallo stesso ex primo cittadino carta straccia.

Si tratta di un atto illegittimo che certifica, da un lato, l’assoluta incapacità a gestire la macchina amministrativa e, dall’altro lato, la ferma volontà a mantenere vivi i rapporti con parte dell’ex opposizione consiliare. É inaccettabile che un sindaco, già sfiduciato, si arroghi il diritto di cestinare le domande pervenute per riconfermare i vecchi componenti del nucleo di valutazione, diretta espressione di una parte politica. Ci si augura, a questo punto, che il neo commissario prefettizio provveda a porre nel nulla il suddetto decreto e nomini il nuovo nucleo di valutazione, nel pieno rispetto delle procedure, delle leggi e dei regolamenti.

POTRESTI ESSERTI PERSO: