Il consigliere comunale di opposizione Giuseppe Tanzarella, interviene nel dibattito politico, si scaldano i motori in vista della prossima campagna elettorale.

Ho letto ed ascoltato, negli ultimi tempi, comunicati ed annunci provenienti da alcuni gruppi politici che in vista della prossima campagna elettorale hanno esternato le proprie considerazioni ponendo l’accento, in particolar modo, sul posizionamento che andranno ad occupare nello scacchiere dell’offerta politica cittadina.

Sebbene resti fermamente convinto dello scarso interesse che un certo tipo di dibattito assuma nei confronti della cittadinanza, giustamente interessata, più che altro, a comprendere le modalità di approccio alle problematiche della città che ciascun gruppo politico intende offrire, mi preme sottolineare che provo un certo disagio da consigliere comunale che negli ultimi cinque anni è rimasto coerentemente all’opposizione di un’amministrazione che ritengo non aver contribuito alla crescita ed allo sviluppo della nostra città.

Sono dell’avviso che le fibrillazioni pre-elettorali stiano facendo emergere in tutta la loro evidenza le grandi contraddizioni che sottendono il centrodestra, ma, soprattutto, lo pseudocentrosinistra (PD- Rigenerazione).

Da un lato, infatti, abbiamo una maggioranza di governo che ha da tempo avviato la lotta di successione al proprio Sindaco Coppola, reo, effettivamente, di non aver rappresentato una guida affidabile né a livello politico né a livello amministrativo. Ne consegue in via automatica, perciò, che la destituzione del Sindaco rappresenta una chiara insoddisfazione nei confronti della trascorsa legislatura anche da parte della stessa maggioranza.

Dall’altra parte, invece, va delineandosi uno pseudocentrosinistra, rappresentato dal PD e dal nuovo gruppo Rigenerazione, che, purtroppo, mi pare oscillante a seconda delle contingenze del momento. Questo, infatti, se in un comunicato di qualche giorno fa aveva manifestato la propria alternatività rispetto al nostro movimento civico ed allo stesso centrodestra sulla scorta di un’indimostrata coerenza ideale e valoriale, dall’altra interagisce con lo stesso Sindaco uscente di centrodestra e con altre forze politiche alle quali si dichiara, formalmente, essere alternativo.

È di pubblico dominio, evidentemente, lo schizofrenico tentativo di dialogo che l’altra sera ha visto protagonisti proprio il PD, Rigenerazione ed il Sindaco Coppola. Ritengo, perciò, che gli sviluppi ultimi impongano al sottoscritto di rimarcare il proprio spirito di appartenenza ad una coalizione civica aperta, plurale e democratica, che ha fatto della coerenza e del rispetto delle posizioni amministrative assunte nel tempo la propria cifra distintiva.

Le battaglie portate avanti nel corso di questi anni nell’interesse dei nostri sostenitori e della cittadinanza tutta saranno condotte sempre dalla stessa parte, senza cedimenti dettati dalle contingenze.  Consapevole di questo, mi preparo con entusiasmo e decisione ad affrontare il prossimo appuntamento elettorale nel solco di quanto sempre sostenuto in materia di ambiente, servizi sociali, viabilità, urbanistica, attività produttive, sport, turismo, ecc”.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.