Vittorio Carparelli
Pubblicità
Pubblicità

Continua ad essere animato il dibattito all’interno del centro destra di Ostuni.

Dopo il Consiglio comunale di lunedì, con l’astensione su tre punti all’ordine del giorno da parte di Fratelli D’Italia, ora dal capogruppo del movimento Per Ostuni, Vittorio Carparelli, giungono alcune richieste politiche agli alleati.

«Ora basta. E’ necessario un chiarimento politico all’interno di questa maggioranza. E lo dico con amarezza pensando ad una città che finalmente sembra aver svoltato in maniera chiara e decisa su qualche deve essere il futuro, nonostante una Pandemia. I risultati sono sotto gli occhi di tutti, tranne di chi non vuole ammettere la realtà, forse volutamente.

C’è, infatti, chi purtroppo ormai da settimane invece di alimentare questo dinamismo positivo, ha deciso bene di mostrare un atteggiamento irrispettoso dal punto di vista politico, oltre che del ruolo anche dei luoghi istituzionali come l’aula del consiglio comunale. Purtroppo questo qualcuno non abbiamo capito ancora se fa o meno parte di questa maggioranza.

In silenzio abbiamo assistito ai banchi vuoti durante la discussione sul bilancio nel dicembre scorso. Lunedì invece i “giochetti” e sotterfugi che ormai appartengono ad una stagione politica datata. Forse è giunto il momento che si chiarisca in maniera definitiva la posizione del gruppo di Fratelli D’Italia.

Non si può continuare ad assistere ad atteggiamenti che hanno come obiettivo quello di minare l’equilibrio di un’amministrazione, capace non solo di affrontare questo difficile momento storico, ma anche di pensare ad un futuro diverso già con basi solide. Quelle basi create da un attivismo nel settore dei lavori pubblici riconosciuto unanimemente all’interno della città, o l’impegno quotidiano in questa fase di emergenza nei servizi sociali: nessun cittadino è stato lasciato indietro.

E questo grazie al vicesindaco Antonella Palmisano capace di essere collante tra l’amministrazione e la fondamentale rete del volontario della nostra città. Impegno dimostrato ogni giorno da tutti gli attuali assessori della giunta. Questi sono i fatti che appartengono all’attuale amministrazione: non ci sono altre strade. Chi è davvero convinto la persegua con noi con lealtà, non con le chiacchiere. Ed è giunto il momento di rendere pubblico alla città quali sono le reali richieste di Fratelli D’Italia»