Pubblicità
Farmacia Matarrese Promozione solari estate 2020 Ostuni
Pubblicità
Pubblicità

«Nel Decreto Rilancio ci sono i fondi destinati ai comuni per organizzare centri estivi: l’amministrazione di Ostuni non perda questa opportunità».

Il consigliere comunale Andrea Pinto (Tanzarella per Ostuni) invita il sindaco Guglielmo Cavallo e gli uffici a valutare queste procedure ed aperture del Governo centrale indirizzata alle famiglie, dopo l’emergenza sanitaria determinata dal Covid-19.

«E’ quanto mai opportuno che l’amministrazione comunale, attuando nel miglior modo possibile le linee guida governative, in questa fase di ripartenza garantisca a tutte quelle famiglie, con figli in tenera età – spiega Pinto- e genitori che tornano conciliare le proprie vite in un mondo del lavoro lentamente in ripresa, aiuti fattivi». Nello specifico il consigliere ritiene importante la nascita e rivalorizzazione di centri estivi, attraverso il controllo di personale qualificato, e centri d’aggregazione per i minori.

«Si andrebbero così a tutelare tutte le fasce più vulnerabili: per mezzo dei servizi offerti all’utenza, si eviterebbe di intensificare i contatti tra i minori e le persone anziane, i nonni ad esempio che spesso rappresentano supporto alle famiglie per la cura dei piccoli, ma che possono essere a rischio a causa della pandemia».

L’intervento del rappresentante dell’opposizione nascerebbe anche dalle disposizioni in ultimo luogo sono pervenute, dopo il “via libera” dei comitati tecnico-scientifici, in merito alla “data zero” sulla riapertura dei centri estivi comunali. «Il ventaglio di offerte aiuterebbe in particolar modo le giovani coppie e l’ente-amministrazione solo così si dimostrerebbe concretamente vicino all’utenza, facendosi portatore di ripresa e tutelandola su ogni fronte socio-economico, essendone- conclude Andrea Pinto- chiave di volta per ricostruire il futuro della comunità tutta».