Strada delle Taverne, Tutuccio Semerano: “Quella strada deve rimanere aperta”.

«Quella strada deve rimanere aperta. Già nel 2002 il consiglio provinciale di Brindisi all’unanimità respinse quella proposta giunta dal consorzio. Vanno tutelate le attività imprenditoriali presenti».

L’ex vicepresidente della provincia di Brindisi Tutuccio Semerano boccia la possibile privatizzazione, in favore del villaggio di Rosa Marina, della strada de “Le Taverne”. Oggi di competenza provinciale, la diramazione della Sp19, è al centro di un confronto aperto in Regione. Nei giorni scorsi, a Bari, sono stati convocati comune di Ostuni e Provincia per valutare in maniera preliminare la richiesta giunta dal consorzio di Rosa Marina, che punta ad una declassificazione della strada da provinciale a comunale, per poi avviare un’ipotetica trattativa per la cessione con l’amministrazione della Città Bianca.

«Quanto sta avvenendo ora è la fotografia di quanto fu prospettato nel 2002: allora ero vicepresidente della Provincia con delega ai lavori pubblici e portati all’attenzione del consiglio questa istanza. Come nei primi anni 2000, oggi, ci sono le stesse attività ed medesimi frontisti- ricorda Semerano- e quella procedura fu respinta in maniera corale».

L’esponente politica della Città Bianca sottolinea un altro aspetto: «Sarebbe davvero inaudito privatizzare quella strada. Non ho nulla contro il consorzio di Rosa Marina, sono garantista, ma è inimmaginabile quanto da loro ipotizzato: la priorità è salvaguardare gli operatori commerciali e le attività che ricadono lungo quella diramazione». Alcuni degli stessi imprenditori, nei giorni scorsi, avevano invitato il comune di Ostuni e la provincia a respingere ogni richiesta di privatizzazione della strada, perché le loro attività rischierebbero di vedere chiusi tutti gli accessi alla clientela esterna. Non è escluso, intanto, che nel breve periodo la questione possa ripresentarsi in consiglio comunale o provinciale, attraverso la discussione di un ordine del giorno.

«Non credo che si possa votare a favore di questa proposta. Sono certo che ad Ostuni né il sindaco Guglielmo Cavallo né il presidente del consiglio Giovanni Zaccaria e l’intera maggioranza- conclude Vito Semerano- respingeranno qualsiasi istanza che va nella direzione di privatizzare quella strada».

POTRESTI ESSERTI PERSO: