Luigi Nacci
Luigi Nacci
Pubblicità
Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Come è possibile leggere scaricando i PEF del 2017 e 2018, pubblicati sul sito del comune di Ostuni, i cittadini che non hanno interessi denigratori potranno facilmente leggere che il canone appalto servizio di igiene ambientale 2017 era di € 5.151.678,89 mentre quello del 2018 è di 5.049.894,95 a conferma di quanto da me affermato che è inferiore di circa €100.000 anzi per la precisione di 101.784,40 euro. Pertanto esigo che chi ha voluto ridicolizzarmi faccia un pubblico mea culpa e chieda scusa all’intelligenza dei cittadini prima che al sottoscritto.

Nello stesso articolo del 27/03/2018 ho rappresentato che nel PEF 2018 si sono fatti importanti sforzi tesi a contenere i maggiori costi del servizio in una gestione complicata quale l’avvio di una gara ponte, ed i maggiori costi per il conferimento rifiuto indifferenziato e della frazione organica che nel 2018 sono stimati in € 1.606.124,66 in aumento rispetto al 2017 quando la stima era di € 1.354.340,72 ovvero di complessivi € 251.783,94 che giustificano il maggior costo complessivo di circa 150.000 euro. Detti sforzi, comprensivi per chiunque sia dotato di onestà intellettuale, sono stati tesi a salvaguardare al massimo il portafoglio dei cittadini e non aumentare la TARI per l’anno 2018 ed i conteggi lo dimostrano, al di là delle faziose interpretazioni del tecnico-politico che imbecca il PD ostunese.

Per quanto riguarda i servizi straordinari che vengono espletati per migliorare l’immagine della città turistica (raccolta notturna nel periodo estivo, prolungamento a settembre della raccolta nelle marine) e per venire incontro alle esigenze dei cittadini (ritiro dell’organico presso il CAM, apertura pomeridiana del Centro Comunale di Raccolta) preme precisare che nel nuovo piano industriale, come da me illustrato in consiglio comunale, sono stati considerati “tutti inclusi”.

Affermo inoltre, senza timore di smentita, che non ho mai dato indirizzi nel segno della discontinuità col passato all’ing. Ciraci ed ai componenti dello staff della DEC del servizio in questione, e che quello che viene riportato nel PEF 2018 è frutto del loro attento e condiviso lavoro. Perché tanto accanimento nei miei confronti? Non c’è altra risposta se non i soliti giochi di potere nei quali il PD è maestro.

Mi auguro che i cittadini, non la politica con la “p” minuscola, ora, possano comprendere la qualità del mio operato, atteso che ho inteso accogliere la proposta formulatami dal sindaco Coppola a pochi giorni dalla mia nomina, col solo intento di dare il mio contributo umano e professionale al governo della nostra Città, sperando unicamente di riuscirci nel poco tempo a disposizione.

Comunicato Stampa – Assessore Luigi Nacci