Conferenza Conferenza Orti 1
Conferenza Conferenza Orti 1
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

L’amministrazione comunale di Ostuni giovedì pomeriggio alle 17,30 ha incontrato la stampa per illustrare lo stato dell’arte in merito al progetto di riqualificazione degli orti urbani.

Orti urbani, verso la consegna delle aree alle associazioni.Durante l’incontro al quale hanno partecipato il sindaco Gianfranco Coppola, l’assessore all’agricoltura ed attività produttive Maristella Andriola, l’assessore ai lavori pubblici Emanuele Giaccari, il presidente del consiglio Angelo Melpignano ed i consiglieri comunali Anna Maria Palma, Francesco Semerano e Giuseppe Francioso e diversi cittadini sono stati illustrati tutti i passaggi che hanno portato all’individuazione di 21 soggetti (persone fisiche associazioni ed imprese) che in modo condiviso gestiranno l’intera area con l’obiettivo di riportarla allo splendore di un tempo creando economia per Ostuni.

L’iter, come ha spiegato l’assessore Andriola è iniziato il 24 marzo 2015 data in cui è stato pubblicato un avviso pubblico finalizzato all’acquisizione di proposte, contributi  d’idee, manifestazioni d’interesse per la rigenerazione, riqualificazione e gestione condivisa degli Orti storici di Ostuni ai sensi del Regolamento Comunale proposto dall’ex vice sindaco Guglielmo cavallo ed approvato con delibera di C.C. 54/14; successivamente una commissione composta dal prof. Donato Coppola, dall’agronomo Oronzo Milone, dal dott. forestale Tommaso Giorgino e dall’architetto Ilaria Pecoraro ha valutato, come ha illustrato il prof. Coppola,  le domande avanzate procedendo all’individuazione delle diverse aree da assegnare ad ognuno dei richiedenti.

Le dichiarazioni dell’assessore Maristella Andriola e del consigliere Giuseppe Francioso

Una porzione delle aree terrazzate, quelle di valenza archelogica, dovrà essere gestita dall’istituzione Museo delle civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale.

Orti urbani, verso la consegna delle aree alle associazioni.L’ing. Giaccari ha illustrato l’intenzione dell’amministrazione di effettuare dei lavori di riqualificazione dell’intera area con particolare attenzione alla “via degli ortolani” (vico S. Alena II), intervento inserito nel piano triennale delle opere pubbliche, e di dotare la zona di un pozzo artesiano che garantisca una normale irrigazione dei campi con l’obiettivo di ripristinare col tempo l’originario sistema di vasche di contenimento e canalizzazione.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Il sindaco sottolineando che l’intera area sarà coltivata secondo le regole dell’agricoltura biologica, si è detto soddisfatto di quest’altro punto programmatico che viene raggiunto e anticipa che è intenzione della sua amministrazione riutilizzare i pali di illuminazione che un tempo si trovavano lungo viale Oronzo Quaranta per illuminare vico S. Elena II e l’area che verrà destinata a mercatino dei prodotti degli orti.

L’assessore all’ambiente Gaetano Nacci assente per motivi di lavoro fa sapere che è stato presentato alla regione un progetto per il riutilizzo ai fini irrigui delle acque reflue provenienti dal depuratore.

Il consigliere comunale dei Cor Giuseppe Francioso ha infine sottolineato l’importanza che questa area ha per il raggiungimento di obiettivi legati sia ad una crescita economica della città, con risvolti positivi in termini di eventuale aumento dell’occupazione, sia ad una maggiore attrattività del centro storico ai fini turistici in quanto il paesaggio che verrà a crearsi sarebbe tra gli unici al mondo.

 

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...