Isola Ecologica
Isola Ecologica
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Problemi in contrada Santa Caterina, dove si trova l’isola ecologica di Ostuni.

A causa delle molteplici – come riferiscono i residenti e come sottolineato anche dagli uffici comunali intervenuti – perdite di liquido, soprattutto che ristagnano per strada e per effetto del caldo, l’eluato che si deposita sull’asfalto emana odori nauseanti che rendono l’aria irrespirabile. Le questioni denunciate dai residenti di contrada Santa Caterina diventano nuovamente oggetto di scontro tra il comune di Ostuni e l’ Ati Gial-Plast Bianco, l’azienda che si occupa della raccolta rifiuti nella Città bianca. «Ci stiamo interessando alla vicenda. Abbiamo già inviato due lettere di diffida all’impresa- dichiara Gaetano Nacci, assessore all’ambiente del comune di Ostuni- quello che avviene è inammissibile. Peraltro le problematiche relative al conferimento dell’organico da parte nostra- sottolinea Nacci- sono state affrontate trasportando i rifiuti sia alla Eden 94 di Massafra, e alla piattaforma di Brindisi della Jonica servizi. Di qui secondo Nacci la necessità di portare avanti una gestione dell’isola ecologica che riesca a fronteggiare alcune emergenze, come quelle appunto della perdita di eluato. «Non ci sono ragioni per cui nel centro comunale di raccolta si verifichino queste situazioni. Abbiamo più volte evidenziato tutto ciò sino ad arrivare ad una doppia formale diffida nei confronti dell’Ati». Sollecitazioni in forma ufficiale da parte del Comune dopo i due sopralluoghi avvenuti il 19 ed il 22 agosto scorso da parte dei tecnici dell’ufficio ambiente, che avrebbero riscontrato alcune anomalie all’interno dell’isola ecologica, tra cui presenza di rifiuti posizionati a terra sul piazzale, presenza di cassoni completamente pieni di rifiuti, area sottostante la struttura per il conferimento della frazione organica non pulita. «Attiveremo un “intervento in danno” nei confronti dell’ Ati: con il lavaggio ed all’asportazione del liquido presente in tutta la struttura da parte di una ditta esterna. I costi di questi lavori saranno poi ribaltati all’azienda. La manutenzione e la gestione dell’isola ecologica spetta all’impresa. E’ assurdo, nonostante tutti gli sforzi dei cittadini e l’azione portata avanti dall’amministrazione- conclude Nacci – che emergano ancora queste gravi criticità».

Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Orari Conad Mesagne

POTRESTI ESSERTI PERSO...