CoR incontro ospedale
CoR incontro ospedale
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Conservatori e Riformisti su riordino ospedaliero: «L’aggettivo “rafforzato” è solo un’invenzione per continuare a prendere in giro i territori».

E’ duro nei confronti della giunta Emiliano Ignazio Zullo, consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, nonché vice presidente della commissione servizio sociali. Il medico salentino è stato tra i relatori del convegno che si è tenuto ieri sera ad Ostuni per parlare del futuro dell’ospedale della Città Bianca in vista del piano di riordino.

Presente all’incontro anche il senatore di Cor Vittorio Zizza. «Ostuni non può essere declassata ad ospedale di base. E’ un affronto che si vuole fare all’intero territorio e ad una città importante per la Puglia. Un vasto bacino di utenza; una struttura all’altezza per offrire una serie di servizi: non può essere quello preventivato dalla Regione il futuro per questa comunità». I fronti aperti all’interno del presidio ospedaliero della Città bianca sono diversi, e non si limitano solo ai reparti da chiudere. Anche ciò che sarà dell’ala nuova, resta ancora poco chiaro. «L’ala nuova la devono finire ed ultimare. Altrimenti porterò tutti alla Corte dei conti. Sono stati spesi troppi soldi pubblici, con opere che continuano a non avere un termine finale. La comunità ostunese – attacca il sindaco Gianfranco Coppola, intervenuto ieri sera- ha sacrificato anche una strada per realizzare questa struttura. Basta giocare. Si faccia chiarezza». A sostenere la necessità di rivedere il piano di riordino ospedaliero, per Ostuni, anche Gianbattista Farina ed Elio Spennati, medici in servizio nella struttura della Città bianca, e rappresentanti ostunesi dei Conservatori e riformisti.

I Particolari nel Video Servizio