Giovanni Fedele
Giovanni Fedele
Pubblicità
Farmacia Matarrese Ostuni
Pubblicità
Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’ex assessore Giovanni Fedele

In questi giorni tristi per gli ostunesi che si vedono recapitare sotto l’Albero, un aumento esponenziale della Tassazione locale, l’Amministrazione Comunale targata PD-Coppola dovrebbe utilizzare il ‘’buon senso del padre di famiglia’’ nello spendere denaro pubblico. Cosi’ non è: lampante a riguardo, è il caso del settore TURISMO e di quanto sia costato il NATALE 2015, curato dall’Assessore Nicola Maffei che simpaticamente ho definito il nuovo ‘’Tony Renis’’ per la sua propensione alla spesa di fondi comunali e per una certa sua megalomania che gli fa credere di poter condurre o quantomeno produrre in un futuro, il Festival di Sanremo. Con Delibera di Giunta n 273 del 6 novembre scorso, sono stati stanziati 22.000 euro di fondi comunali per Illuminare solo alcune vie come Viale Pola, le rotonde nei pressi degli ingressi cittadini più il ‘’magnifico albero’’ di Natale che pare abbia provocato una forte commozione in alcuni Amministratori Comunali, a differenza dell’anno scorso in cui furono illuminate il 70% delle strade cittadine con 4.000 euro in meno, facendo sentire, e ne siamo orgogliosi, i cittadini tutti uguali. Ancora, con Delibera di Giunta n 276 dello stesso 6 novembre, sono stati stanziati ad un’Associazione non di Ostuni, 78.000 euro per otto eventi che si esplicano cosi’: il 6/7/8 dicembre un evento enogastronomico che si è già tenuto più coro Gospel il giorno di Natale, per la modica(sic..) cifra di 23.000 euro a cui aggiungere quattro serate: 4 e 5 agosto 2016 e 3 e 4 agosto 2017 con una spesa di 55.000 che sommati ai precedenti 23.000 ci permettono di raggiungere 78.000 euro. Non è finita qui: l’Assessore Maffei, figlio di quella cultura post comunista del ‘’tanto paga pantalone’’, ha proposto e fatto approvare, la Delibera di Giunta n 283 del 13 novembre in cui ha previsto dieci serate di Teatro a pagamento, due a dicembre e le altre otto entro il 22 maggio 2016 spendendo altri 35.000 euro; la Delibera di Giunta n 297 del 23 novembre scorso in cui sono stati stanziati i primi 17.500 euro per le Iniziative Natalizie e la Delibera di Giunta n.303 del 27 novembre scorso in cui, ancora non domo, ha stanziato altri 27.060 euro per ulteriori Iniziative di Natale. Allo stato, il ‘’Tony Maffei’’ ha stanziato 179.500 euro tra i fondi del Turismo e quelli delle Attività Produttive, di cui calcolando le tre serate dell’11,del 18 dicembre e del 15 gennaio 2016 al Cinema Roma che si svolgeranno nel periodo Natalizio, la bellezza di 100.000 euro per il NATALE 2015, che lo vorrei ricordare ai tanti finti smemorati, sono il DOPPIO di quanto speso l’anno scorso per un calendario che da un lato, vedeva al centro i bambini perché il Natale è soprattutto una festa per loro e dall’altra, riponeva massima attenzione verso tutte le Associazioni, indipendentemente dal loro credo politico, a differenza di quest’anno in cui tanti si sono visti chiudere ‘’la porta in faccia’’ perché rei di non essersi allineati a questo’ “Nuovo Centro Sinistra’’ frutto di uno squallido ribaltone politico e del tradimento della volontà popolare ad opera di un Sindaco, che prigioniero della sua volontà di rimanere a tutti i costi incollato alla poltrona, ha venduto l’entusiasmo, la voglia di cambiamento ed il consenso espresso nelle urne al PD, che oltre ad aver perso le elezioni, ha malgovernato per diciotto anni la nostra città grazie alla sua ‘’Lobby degli affari’’ che abbiamo combattuto nelle campagna elettorali, sia esse comunali o regionali , salvo svegliarci un giorno con loro PADRONI della CITTA’. Concludo con una costatazione finale AMARA: trovo immorale, indegno, offensivo, che mentre si chiedono 300-400-500euro di aumenti di Imu e Tasi ai cittadini, dall’altra, si utilizzino, sperperando allegramente il sudore di tanta gente che trascorrerà un Natale triste perché con il portafogli vuoto, quasi 180.000 euro, alla luce tra l’altro, delle condizioni finanziare delicatissime in cui si trova il Comune di Ostuni.

Giovanni Fedele – Ex Assessore alle Attività Produttive

Pubblicità pescheria nautilus ostuni