movimento 5 stelle logo
movimento 5 stelle logo
Pubblicità
Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

La Giunta guidata da Gianfranco Coppola è incompetente o negligente nel reperimento di finanziamenti pubblici, di cui il Comune di Ostuni avrebbe un gran bisogno.

È questa l’amara considerazione cui siamo giunti a più di un anno dall’insediamento dell’amministrazione di centrodestra allargata a sinistra pur di stare in equilibrio. Ultimi, tristi esempi sono due bandi a cui Ostuni, a differenza di tanti altri comuni pugliesi, non ha partecipato: l’Avviso pubblico per il finanziamento di interventi di recupero, restauro e valorizzazione di beni d’interesse artistico e storico, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia il 20 agosto scorso e il Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico del Ministero dello Sviluppo Economico, riservato alle regioni del Sud Italia.

Bandi che avrebbero potuto facilmente portare finanziamenti per progetti di cui la città bianca necessita senza dubbio alcuno. Evidentemente l’Amministrazione comunale ritiene che a Ostuni non ci siano beni d’interesse artistico e storico e non pare interessata al risparmio energetico. Un paio di esempi su tutti: nel bando della Regione Puglia il Comune di Putignano ha ottenuto 492.000 euro per il completamento della sua biblioteca comunale, Torre Santa Susanna 800.000 euro per il “Museo diffuso dell’olio per la creazione d’itinerari turistici integrati”. Ostuni, che una volta era nota anche come “La regina degli ulivi” non ritiene che la creazione di un museo dell’olio sia utile? Non è dato saperlo. Come non è dato sapere, a maggior ragione alla luce di queste occasioni perse, che fine abbia fatto il fantomatico Ufficio Europrogetti e Smart city, istituito con la delibera n.298 del 28 novembre 2014 e di cui si è smarrita ogni traccia. Per questo fantomatico ufficio erano stati stanziati 15.000 euro. Soldi letteralmente buttati al vento, sempre che siano stati veramente investiti, visto che il compito d’intercettare finanziamenti è di competenza del GAL Alto Salento.
Gli ostunesi hanno il diritto di sapere per quali motivi l’Amministrazione ha colpevolmente scelto di perdere queste occasioni gratuite di sviluppo della città.

Comunicato Stampa Movimento Cinque Stelle per Ostuni