Taverne
Taverne
Pubblicità
Pubblicità

Firmata la convenzione per masseria “Le Taverne”: il progetto per il resort extra lusso continua il suo iter.

Quella di ieri è la seconda tappa fondamentale per la realizzazione della struttura. La procedura firmata ieri negli uffici Comunali, infatti, segue l’approvazione della variante al piano regolatore generale per le attività turistiche ricettive, avvenuta in consiglio comunale il 21 maggio scorso. Dall’amministrazione comunale di Ostuni, dopo “Variante urbanistica puntuale per l’esecuzione di un singolo intervento”approvata in consiglio e l’apertura a questo nuovo segmento di mercato turistico, l’auspicio è che l’investimento si concretizzi realmente. Approvazione in assise, che tra le altre cose, nello scorso maggio, ha impedito alla Città bianca di fregiarsi del riconoscimento delle Cinque vele, di Legambiente: gli ambientalisti hanno contestato il progetto, declassando Ostuni, all’ambizione massima di quattro vele. Operatori commerciali e le associazioni turistiche alberghiere, almeno su questo fronte, avevano sposato la linea dell’amministrazione comunale, nell’aprire la stagione dei “resort extra lusso” sulla scia di quanto avvenuto nei centri limitrofi negli ultimi anni. Nella convenzione firmata ieri, intanto, è stata inserita anche la possibilità che gli investitori realizzino o ristrutturino un’opera pubblica d’interesse collettivo per la comunità: nello specifico ci potrebbe essere il rifacimento della facciata di palazzo di città, o di altre aree presenti nella sede del Comune.